MOSTRE
HomeEventiMostre

"Supervisione" apre (in esclusiva) Palazzo Costantino: 42 artisti celebrano la Santuzza

  • Palazzo Costantino - Palermo
  • Dal 13 al 15 luglio 2023 (evento concluso)
  • Dalle 17.00
  • Gratuito
Balarm
La redazione

Un momento della visita a Palazzo Costantino a Palermo (foto di Igor Petyx)

Un percorso che si snoda in modo articolato tra i cicli di affreschi barocchi dei massimi artisti palermitani del Settecento che entrano in dialogo con la contemporaneità.

Si intitola "Supervisioni", la mostra allestita ai Quattro Canti con cui 42 artisti rendono omaggio a Palermo, offrendo la possibilità di visita gratuita di due tra i più importanti palazzi della città.

Dal 13 al 15 luglio, in occasione del 399esimo Festino di Santa Rosalia, aprono in via straordinaria Palazzo Costantino e Palazzo Di Napoli grazie all'iniziativa del mecenate e proprietario dei palazzi, Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona che, come ogni anno dal 2000, celebra la patrona di Palermo in queste sale, attraverso le opere di artisti eterogenei tra loro.

I 42 artisti convergono in questi spazi sofferenti, portando ciascuno la specificità del proprio lavoro che nella condivisione porta vitalità, fruizione celebrazione della festa e un invito alla consapevolezza della necessità di recupero di questi palazzi per una ripartenza verso il futuro secondo la simbologia di Santa Rosalia.
Adv
In particolare Donatella Pinocci con "Infinito e Finito" - un'installazione audio e video - fa rivivere l'antica cavallerizza colonnata di Palazzo Costantino. Il progetto simula la presenza sonora tridimensionale dei cavalli immateriali creando la suggestione dell'antica funzione dello spazio.

È una trattazione innovativa tra arte, scienza e tecnologia, una evoluzione culturale ed estetica del rapporto progresso-uomo-ambiente. Una riflessione sull’impatto delle tecnologie e delle scienze sull’arte, la cultura e sul linguaggio contemporaneo.

Gli artisti che espongono a Palazzo Costantino sono: Marco Affaitati, Giulia Apice, Andrea Aquilanti, Elena Bellantoni, Marco Primo Bernardi, Flavia Bigi, Stefania Galegati, Alessandro Calizza, Canecapovolto, Lorenzo Cappella, Giorgio Dante, Chiara Dynys, Luigi Cittarella, Davide Dormino, Iginio de Luca, Gianni Dessì, Teresa Emanuele, Roberto Ferri, Carlo Alberto Floridi, Giovanni Gaggia, Laura Gianetti, Federica Griesi, Loredana Longo, Adele Lotito, Roberta Mariani, Ignazio Mortellaro, Cristallo Odescalchi, Innocenzo Odescalchi, Flavio Tiberio Petricca, Roberto Pietrosanti, Donatella Pinocci, Francesca Romana Pinzari, Vettor Pisani, Nicola Pucci, Danilo Quintarelli, Pietro Ruffo, Giuseppe Salvatori, Maurizio Savini, Ignazio Schifano, Maddalena Scuderoni, Riikka Vainio, Delphine Valli.

Dal 2000 Roberto Bilotti Ruggi d'Aragona e Cesira Palmeri di Villalba hanno consolidato la collaborazione tra pubblico e privato nell'istituzione e gestione di musei nelle città di Roma, Salerno, Cosenza e Rende.

Palermo è stata arricchita con importanti donazioni: 200 opere alla GAM al Sant’Anna, tra cui opere di Lo Jacono, Leto, Novelli, disegni di Hirst e il monumentale abbraccio di Ettore e Andromeda di De Chirico.

Nello scalone di palazzo Sant'Elia e le statue di Domenico Gagini e Ugo, il gruppo marmoreo di Lorenzo Bartolini Maddalena Pallavicino e figli che hanno passato il testimone delle Egadi ai Florio, fino alla porta di Pietro Consagra nato a Mazara del Vallo.

Alla Regione il rilievo parietale marmoreo del Marabitti che è esposto al museo lapideo di palazzo Ajutamicristo.
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

COSA C'È DA FARE