MOSTRE

HomeEventiMostre

Una mostra itinerante per "Sentirsi a casa": nove autori lo raccontano attraverso 90 fotografie

  • Galleria d’Arte Moderna, Via Castello Ursino 32 - Catania
  • Dal 3 al 30 ottobre 2020 (evento concluso)
  • Visitabile dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 19.00 (orario continuato). Chiuso la domenica
  • Gratuito
  • Per informazioni telefonare al numero 095 7428008 oppure inviare una e-mail a cultura.eventi@comune.catania.it
     
Balarm
La redazione

Daniele Vita, Suleymaniye Otopark (Istanbul, 2014)

La Galleria d'Arte Moderna di Catania (GAM) presenta dal 3 al 30 ottobre la mostra fotografica itinerante "Feeling Home. Sentirsi a Casa", ideata da GT Art Photo Agency Milano a cura di Giusy Tigano e organizzata in collaborazione con l'associazione F2 Progetti per la Fotografia di Catania. 

Nove autori raccontano attraverso 90 fotografie il senso di "casa" in funzione della propria sensibilità, del proprio linguaggio e della propria poetica, come spazio intimo e personale, custode di ricordi, sogni ed emozioni, dove il tempo non pesa mai in quanto “specchio”del tempo interiore di ognuno di noi.

L’esposizione approda in Sicilia con alcuni contributi inediti grazie ai nuovi portfoli di Isabella Balena e di Pierfranco Fornasieri, che si aggiungono ai fotografi presenti nelle passate edizioni: Franco Carlisi, Francesco Cito, Luca Cortese, Gianni Maffi, Carlo Riggi, Pio Tarantini e Daniele Vita.

Il percorso espositivo alterna le fotografie a estratti bibliografici e introduzioni personali degli autori, in aggiunta a specifiche letture critiche redatte da diverse figure professionali del mondo della fotografia: Ilaria Baiocchi, Gigliola Foschi, Roberto Mutti, Barbara Silbe, Pio Tarantini e Giusy Tigano.

La mostra è accompagnata dal libro fotografico "Feeling home. Sentirsi a casa" (Edizioni EBS Print, 2019) che raccoglie 115 fotografie a colori e in bianco e nero degli autori presenti in mostra, i testi curatoriali di Giusy Tigano che illustrano la poetica dell’intero progetto e i diversi contributi critici che accompagnano le fotografie.

COSA C'È DA FARE