Progetti & bandi

HomeInformagiovaniProgetti & bandi

Al bando il chiosco degli anni Cinquanta: potrebbe rinascere lo storico bar di Palermo

Era il bar Santoro e si trova in piazza Indipendenza: meta quotidiana di migliaia di turisti, è di proprietà del Comune che lo mette al bando insieme allo spazio esterno

Balarm
La redazione
  • 26 aprile 2019

Il chioschetto dell'ex bar Santoro in piazza Indipendenza

Lo storico chiosco di piazza Indipendenza potrebbe presto cambiare insegna: il Comune di Palermo ha infatti pubblicato sul proprio sito internet il bando per l’affidamento della struttura (scarica da qui il pdf del bando) al costo di almeno 48mila euro l’anno per i prossimi sei anni (contro gli attuali 30.415 euro).

Il Comune ha pubblicato una procedura aperta al rialzo: la base è 48mila euro l’anno per sei anni (rinnovabili), per un cifra base totale di 288mila euro.

Le offerte dovranno arrivare entro mezzogiorno del 27 maggio e gli attuali gestori potranno partecipare, ma senza alcun diritto di prelazione: nel caso in cui vinca qualcun altro, avranno 20 giorni per lasciare i locali.

Il chiosco è stato edificato negli anni Cinquanta ed è composto da un piano terra, un seminterrato, un portico di 158 metri quadrati e da uno spazio esterno di circa 584,00 metri quadri da allestire a spazio per la consumazione con dei tavolini.

I locali sono piastrellati e dotati di canalette per un’areazione aggiuntiva, mentre quelli del piano terra hanno impianti a norma e aria condizionata.

Il piano terra, adibito all’attività di vendita, ha una superficie coperta lorda di 150,90 metri quadri e il portico di 7 metri quadri da utilizzare per la vendita.

La superficie coperta netta è di mq 146,00, comprensiva del portico e del locale deposito-servizi in struttura precaria, ha un’altezza utile di 3,30 metri, L’immobile è dotato di anti w.c. e

Il piano seminterrato, adibito ad attività di laboratorio e deposito di materiale, ha una superficie coperta lorda di 308,60 metri quadri e una superficie coperta netta complessiva di 237,70 metri quadri con un’altezza minima di circa 2 metri e mezzo.

Si trova in buono stato d’uso e non presenta macchie d’umidità, i bagni infine sono piastrellati e forniti di antibagno (dei due servizi igienici uno è ad uso delle persone diversamente abili).

La concessione avrà durata di sei anni a decorrere dalla data di sottoscrizione del contratto escludendosi il tacito rinnovo e fatta salva la possibilità di disdetta da parte dell’Amministrazione Comunale da comunicarsi sei mesi prima a mezzo PEC.

Alla scadenza e solo in presenza di un esplicito atto di assenso dell’Amministrazione Comunale, ai sensi dell’art. 12 del vigente Regolamento del Settore delle Risorse Immobiliari si potrà procedere alla sottoscrizione di una nuova concessione, previa nuova determinazione del canone da parte della Commissione Tecnica di Valutazione e relativa accettazione da parte del concessionario.

Possono partecipare alla presente gara in forma singola o associata, i soggetti indicati nell’art. 45 del Codice, purché in possesso dei requisiti prescritti dai successivi articoli.

Ai soggetti costituiti in forma associata si applicano le disposizioni di cui agli artt. 47 e 48 del Codice. È vietato ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti.

È vietato al concorrente che partecipa alla gara in raggruppamento o consorzio ordinario di concorrenti, di partecipare anche in forma individuale.

Tra i requisiti di idoneità l'iscrizione nel registro tenuto dalla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura oppure nel registro delle commissioni provinciali per l’artigianato per attività coerenti con quelle che saranno esercitate nell’immobile oggetto della presente procedura di gara.

Il bar, meta quotidiana di tanti turisti, è stato sgomberato per morosità: il Comune riteneva ii di dover incassare almeno 300mila euro di arretrati, cifra contestata dai gestori che hanno anche fatto ricorso vedendosi riconosciuto il diritto a restare finché il chiosco non sarà riassegnato.

articoli recenti