CORONAVIRUS

HomeMagazineCulturaMusica

A Palermo la musica non si ferma: al via le "Home Session" degli Smuggler Brothers

La band palermitana inaugura sui social le "Home Session": dei video che verranno pubblicati con cadenza casuale in cui suonano materiale inedito e anche improvvisato

Balarm
La redazione
  • 1 aprile 2020

La musica ai tempi del Coronavirus non smette di suonare, nemmeno a distanza. Nasce così anche a Palermo il progetto "Home Session" della band The Smuggler Brothers, cinque musicisti in giro sui palchi dal 2011, i cui brani sono un incontro di jazz, funk e rock-psych strumentale che lasciano spazio alla fantasia dell'ascoltatore

Con all'attivo 2 album, il secondo (Musione) uscito per Schema Records e prodotto da massimo martellotta, gli Smuggler Brothers oggi il gruppo legato all'etichetta Schema Records è così composto: Roberto Orlando (chitarra), Vincenzo Nuzzo (basso), Giovanni Di Martino (tastiere e synth), Claudio Terzo (sax) e Giorgio Bovì (batteria).

«In questi giorni così strani e surreali abbiamo deciso di unire le forze per continuare, nonostante tutto, a suonare insieme, anche se ognuno dalla propria casa, per sentirci tutti un po' più vicini e smorzare la tensione - scrivono sui loro canali social (Facebook e Instagram) -.

Ed è così che inauguriamo le Home Session, dei video che verranno pubblicati con cadenza casuale in cui suoniamo materiale inedito, improvvisato o quello che ci gira per la testa. Questo è il primo. Buon ascolto!».

VIDEO RECENTI