OROSCOPO

HomeMagazineLifestyleOroscopo

Caro Acquario entriamo nel tuo mese: il cielo tifa per te ma qualcuno ci mette lo zampino

Per sapere se siete il tipo David Lynch, Justin Timberlake oppure Lewis Caroll, è inutile arrovellarvi il cervello: occorre una consulenza astrologica per dirimere il rebus

Nina Ferruzza
Astrologa e danzatrice
  • 20 gennaio 2021

Caro amico dell’Acquario, mi rivolgo a te che sembri piombato, per caso, sul pianeta terra dopo aver subito un rapimento alieno! Il freddo clima invernale senza le vostre vibrazioni propositive e movimentate, non potrebbe altrimenti apparire così amichevole.

Lo diceva pure Dante, definendo il tuo momento di nascita come “il periodo in cui l’inverno trascolora lentamente nella primavera”. Siete coscienti del fatto che il sole dovrà pur tornare a splendere nel cielo per cui, sgombrato ogni timore, investite quel folle intrico di sinapsi che avete al posto del cervello in modo creativo: partorendo nuove invenzioni che rendano il soggiorno dell’uomo sulla terra sempre più gradevole e significativo.

Il tuo pianeta ‘guida’ è Urano simbolo della potenza mentale e creativa – ma anche delle brusche rotture provocate dall’energia psichica – seguito da Saturno simbolo di razionalità e scarso abbandono al sentimentalismo, e infine da Nettuno – principio di espansione e mutamento della forma.



Nel concreto questo mix di pianeti può portare a due principali tipologie di individui: il primo dal temperamento eremitico e solitario, o artistico, tiepidamente affettivo e rivolto al distacco dai bisogni terreni; il secondo invece più dinamico e ‘focoso’, socievole e solidale, tutto impegnato alla realizzazione di qualche opera grandiosa che possa cambiare il corso del mondo.

Per sapere se siete il tipo David Lynch, Justin Timberlake oppure Lewis Caroll, è inutile arrovellarvi il cervello: occorre una consulenza astrologica per dirimere il rebus, anche per voi geniacci. Al di là delle differenze individuali al fondo rimane un tratto comune: la necessità di armonizzare i bisogni del singolo con quelli della collettività. Come un abile direttore d’orchestra l’Acquario accorda ogni singolo strumento affinché ne fuoriesca una melodia unitaria e coesa.

Vediamo adesso nel dettaglio cosa ti aspetta il primo mese del 2021. Questi tempi per alcuni versi tanto complessi e sconfortanti hanno in serbo un potente mix di novità e trasformazione, ad opera delle tue energie. La congiunzione Giove Saturno in Capricorno, che ha scandito i ritmi principali della pandemia, da dicembre è passata nel tuo segno, degno rappresentante d’aria, portando un velo in più di leggerezza.

Giove – pianeta benefico – porterà crescita ed espansione dei tuoi orizzonti, accompagnandoti nei prossimi obiettivi, in particolare per gli Acquario della prima decade. Saturno invece, sebbene sia tuo ‘signore’, porta l’urgenza di scegliere e fare i conti con le proprie priorità: fioccheranno a go go analisi spietate su sé stessi, su cosa si è e cosa si desidera dalla vita.

Ma in fondo questo lavoro di pulizia interiore – senza pillole indorate – vi viene pure naturale: siete amanti della nuda verità, occorre solo che vi tuffiate definitivamente in questa dimensione. Dal 9 gennaio anche Mercurio – pensiero – raggiunge il vostro segno, dove starà sino a metà marzo e dal 20 gennaio vi si unirà anche il sole. Schiarite la voce, perché questi mesi saranno un ottima occasione per sciogliere il quinto Chakra – gola – ed esternare i vostri pensieri ad amici e parenti, che negli ultimi tempi si sono un po’ frapposti alla vostra libera espressione.

Nonostante il cielo tifi a gran voce per voi, qualche rogna l’avrete pure da parte del Toro: ben due pianeti in questo segno vi tengono con le caviglie aggrappate al suolo. Le energie taurine rivolte all’antica saggezza della terra, all’amata casa e agli antichi valori, sebbene vi attraggano, sono distanti anni luce dagli impulsi elettrici con i quali il vostro cervello corre.

Urano è in Toro già dal 2018, occupando la vostra IV casa – famiglia, affetti – con il compito di aprire grandi punti interrogativi sul valore delle radici, e vi si unisce a partire dal 7 gennaio anche Marte portando ulteriore energia tra le mura domestiche. Questo duello – nel linguaggio astrologico ‘quadratura’– tra il vostro segno e quello del Toro – tra stabilità e cambiamento – richiama al mito della creazione del mondo.

Gea – la terra – incarica il figlio Saturno di evirare il padre Urano – il cielo – con un falcetto, poiché accecato dall’ insano desiderio di individualismo e potere. Cosa ci può insegnare oggi questo racconto? Per costruire i valori della nuova umanità occorre canalizzare la forza del singolo nell’originalità creativa piuttosto che nella rivolta sino a sé stessa.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI