IDEE E PROGETTI

HomeMagazineFoodIdee e progetti

Cene romantiche e alternative su un vero bus inglese: l'idea (vincente) di due siciliani

Giorgio e Luca, trentenni di San Cataldo hanno dato vita ad un progetto imprenditoriale nato nel 2020, unendo la buona cucina e l'amore per i viaggi. GUARDA LE FOTO

Anna Rita Donisi
Appassionata di cultura e comunicazione
  • 25 agosto 2021

«Non si può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non si è mangiato bene», a pensarla così non è solo Virginia Wolf ma anche Giorgio Bellanca e Luca Arcarese.

Siciliani Doc, sancataldesi 30enni con la voglia di prendere a morsi il mondo. Giorgio è empatico, creativo e grintoso, Luca è il problem solver perchè come dice lui "i problemi mi piace prevenirli".

Sono amici da 18 anni, una di quelle storie che fa sognare ad occhi aperti fatta di esperienze,voglia di affermarsi e scommettere sulla giusta idea business. Il FoodBus è il loro sogno che si è concretizzato. Giorgio e Luca hanno dato vita ad un progetto imprenditoriale nato nel 2020, l’anno più complicato di sempre.

Ma forti del mood "se puoi sognarlo puoi farlo" questi outsiders made in Sicily si sono sbracciati e l'hanno reso realtà. L'amore per la buona cucina nasce anche dalla formazione sul campo, esperienze uniche le loro, anni trascorsi a lavorare tra Ginevra e Stoccolma poi la scelta: tornare nella loro Sicilia.



Ma non per stare fermi, semmai per accendere i motori di un autobus inglese a due piani rosso fiammante e anche i fornelli per i loro clienti on the road. I loro piatti hanno i profumi della tradizione siciliana che si lascia sedurre dalla cucina internazionale strizzandole l'occhio. Un tripudio di gusti e bellezza perché i dettagli per loro fanno la differenza. Dopo una staffetta per incrociarci nell'ora giusta per l'intervista finalmente ci siamo!

Al mio "come procede ragazzi?" le loro risposte sono di una gioia e soddisfazione travolgente. Il FoodBus conquista i clienti e mi racconta Luca - la pasta di Giorgio sta letteralmente facendo impazzire chi ci sceglie, lavoriamo dal tramonto all'alba e non ci fermiamo mai.

I nostri tour sono pensati proprio per questo e la risposta dei clienti e delle recensioni, ci fa capire che il nostro lavoro è apprezzato. Anche Giorgio ci spiega che è fortissima la voglia di fare crescere il loro progetto tutto siciliano, desiderosi da sempre di riscatto e di vedere in azione la loro start-up.

Già perché neanche l’inizio del lockdown e altri piccoli e grandi ostacoli dovuti all’incertezza dell'anno in corso così difficile e particolare è riuscito a fermarli. «È stata lunga l'attesa - ci spiega- i lavori per la costruzione del mezzo sono stati lunghi vista la situazione mondiale per la pandemia - continua Luca - passavano i mesi ma non ci è mancato il coraggio e la pazienza. Abbiamo aspettato e, quando è stato possibile, siamo subito andati a Torino per seguire i lavori della costruzione di FoodBus. Ed ora eccoci quì! L' estate2021 è stata la nostra. E non ci siamo sbagliati».

FoodBus è la ristorazione itinerante che unisce cibo d'eccellenza e un autobus inglese a due piani in cui c'è una cucina con tutto il necessario al primo piano e, al secondo, un’elegante e moderna sala panoramica con 22 posti a sedere.

Unire viaggio e cibo con loro si può fare. Giorgio ci racconta di avere cominciato il loro viaggio con prima tappa a Rimini dove rimarranno per qualche settimana, «Siamo orgogliosi di proporre soltanto materie prime di qualità, prodotti gustosi e sicuri combinati ad esperienze uniche ed originali».

Non solo cucina siciliana ma molto di più. Anche se è dalla nostra Sicilia che parte tutto. «E quando gli chiediamo qual è il piatto che serviranno, sempre Luca ci spiega che non hanno e non avranno mai un menù fisso, perché varierà in base a dove si troveranno. Quindi un mix di tradizioni culinarie nel rispetto della stagionalità degli ingredienti. Dopo più di dieci anni all’estero, rimane che è dalla Sicilia che vengono ed è la Sicilia che hanno nel cuore e nei piatti, facendola conoscere nel loro tour a chi vorrà fare questa esperienza davvero unica. Tra libertà e movimento, tradizione ed innovazione tra viaggio e buon cibo.

È un progetto dal cuore sancataldese, di quell’entroterra nisseno capace di innovare, generare e stupire.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

GALLERY RECENTI