PARCHI

HomeMagazineSocietàAttualità

Orari e turni, ma qualcuno resta fuori: le nuove regole per tornare al Parco Uditore

Riapre la grande area verde di Palermo, pronta ad accogliere i suoi affezionati cittadini: ecco le nuove fasce orarie e le modalità di accesso contingentato e con prenotazione

  • 15 maggio 2020

Il Parco Uditore a Palermo

Dopo le ville e i giardini comunali riaperti a Palermo, si allunga anche la lista dei parchi privati che tornano a spalancare i propri cancelli alle famiglie e ai bambini della città. I primi a partire (dallo scorso 6 maggio) sono stati i volontari di Parco Villa Filippina.

Da lunedì 18 maggio anche Parco Uditore è pronto a ripartire, anche se potrà accogliere soltanto famiglie con bambini. Restano fuori, almeno per il momento, i runner e i padroni di cani.

Una decisione senz'altro sofferta ma che si pone in linea con le misure previste per il contrasto alla diffusione del contagio da Covid-19 dall'ordinanza regionale. Le regole di accesso al Parco Uditore infatti seguono le stesse direttive del Comune di Palermo e dunque, almeno fino a nuova comunicazione, prevedono accessi contingentati su prenotazione e suddivisione in fasce orarie.

Ecco nel dettaglio tutte le modalità di accesso, le fasce orarie di apertura, e le regole da seguire per una corretta e sicura permanenza all'interno dell'area.



«Il parco sarà aperto dal lunedì al venerdì, mattina e pomeriggio. Il sabato e la domenica invece il parco sarà aperto solo la mattina», spiega Piero D'Angelo, presidente della Cooperativa Sociale Parco Uditore che, dal 2010 gestisce e si prende cura in modo autonomo del parco.

Le fasce orarie per le quali si può prenotare l'accesso sono le seguenti: dal lunedì al venerdì (la mattina dalle 9.00 alle 10.30 e dalle 11.00 alle 13.00 e il pomeriggio dalle 15.00 alle 16.30 e dalle 17.00 alle 19.00). Sabato e domenica il parco è aperto solo nei turni della fascia mattutina.

In tutti gli altri casi (runners e ingresso con i cani) la prenotazione non potrà essere effettuata, per cui «vi chiediamo collaborazione e buon senso». L'ingresso agli animali è consentito solo ai "cani accompagnatori" delle persone non vedenti.

Così come già avviene per i parchi e giardini comunali, anche per il Parco Uditore si potrà prenotare attraverso il sito del Comune di Palermo, compilando tutti i campi richiesti e indicando il numero degli adulti (max 2) e il numero dei minori (max 3) per cui si sta prenotando l'accesso.

All'ingresso del parco - si legge sulla pagina Facebook di Parco Uditore - occorrerà essere muniti di conferma della prenotazione e di mascherina, da indossare obbligatoriamente dai 6 anni in su al momento del check in, e nella fase di interlocuzione con gli operatori, che vi indicheranno l'area in cui potrete trascorrere il vostro tempo di relax.

All'ingresso sarà presente anche una colonnina per l'igienizzazione delle mani per tutti i fruitori del parco. Durante la permanenza all'interno del Parco Uditore è obbligatorio mantenere la distanza di sicurezza con altri nuclei familiari e non sono consentite festicciole, partite di calcio o altre attività ludiche fra bimbi di diversi nuclei familiari.

«Ci affidiamo al buon senso dei cittadini - aggiunge D'Angelo -. Siamo certi che molti di voi saranno scontenti leggendo queste regole, comprendiamo il vostro disagio che, vi assicuriamo, è anche il nostro. Ci auguriamo di poter tornare alla nostra amata normalità il prima possibile.

Ringraziamo l'assessore al Verde Sergio Marino e il settore Ville e Giardini del Comune di Palermo, con cui stiamo lavorando da settimane con un unico interesse comune: ridurre al minimo i disagi vissuti da bambini e portatori di abilità diverse a seguito della quarantena, senza perdere di vista le responsabilità che ci vedono protagonisti».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI