SERVIZI

HomeMagazineTerritorio

Habemus treno: gli orari e le fermate del collegamento tra Palermo e l'aeroporto

Dopo oltre tre anni di stop per i lavori (non finiti ancora) di raddoppio del binario è rientrato in esercizio il Passante Ferroviario per la felicità di turisti e pendolari

Giulio Di Chiara
Urbanista e progettista
  • 8 ottobre 2018

Il treno "Minuetto"

Da due giorni è stato riattivato il collegamento ferroviario tra Palermo e l’aeroporto “Falcone Borsellino”, per la felicità di turisti e pendolari.

Dopo più di tre anni di stop, causati dai lavori di raddoppio del binario, è rientrato in esercizio il Passante Ferroviario e con esso i collegamenti con i Comuni dell’area metropolitana.

Lavori che tutt’ora non sono del tutto completati ma che hanno consentito, dopo varie vicissitudini, il varo dei primi convogli ferroviari nel collegamento tra la città e l’aeroporto.

Attualmente infatti, nel segmento tra la Stazione Notarbartolo e via Ugo La Malfa, è ancora in fase di realizzazione il secondo binario e alcune fermate sono incomplete.

Dicevamo dunque della riattivazione della linea. Scopriamo qualche dettaglio in più.

La frequenza nei giorni festivi: ai potrà usufruire di un treno ogni ora dalle ore 06.05 alle 20.05 da Palermo Centrale e dalle 07.52 alle 21.52 da Punta Raisi.

Tempo di percorrenza stimato: 1 ora circa

La frequenza nei giorni feriali: troveremo un treno ogni mezz’ora dalle ore 05.00 alle 20.05 da Palermo Centrale e dalle 07.27 alle 21.42 da Punta Raisi, con tempi di percorrenza variabili tra 56 minuti e 71 minuti.

Le partenze sono ai minuti 05 e 35 da Palermo Centrale e ai minuti 27 e 42 da Punta Raisi.

In base all’orario e alla tipologia di treno, non sempre verranno effettuate tutte le fermate previste sul percorso, in quanto si attende il cambio di orario invernale previsto a dicembre per attivare tutte le risorse disponibili.

Pertanto consigliamo di consultare il servizio online di Trenitalia a questo link: basta digitare il nome della stazione che ci interessa per sapere gli orari di fermata.

A pieno regime, l’intera tratta consentirà la sosta nelle seguenti fermate:

Palermo Centrale, Guadagna, Vespri, Palazzo Reale Orleans, Imera – Giustizia (prossima apertura), Lolli, Notarbartolo, Lazio (prossima apertura), Belgio – De Gasperi (prossima apertura), Francia; San Lorenzo, La Malfa, Cardillo, Tommaso Natale, Sferracavallo, Isola delle Femmine, Capaci (prossima apertura), Carini Torre Ciachea, Carini, Piraineto, Punta Raisi.

L’esercizio sarà operato da treni modello Minuetto e Jazz. Novità importante per chi ama spostarsi in bicicletta: possedendo il titolo di viaggio si ha il diritto a trasportare la propria bici a bordo gratuitamente.

Ovviamente con la riapertura del segmento ferroviario viene riattivato anche il collegamento con Trapani, anch’esso interrotto dai cantieri già citati.

Un primo passo dunque verso la normalizzazione del servizio, che fino a orra aveva dovuto sopperire con bus sostitutivi e servizi alternativi.

Nell’attesa di veder ultimato il raddoppio sulla tratta B da Notarbartolo a La Malfa, possiamo tornare a programmare i nostri spostamenti in treno, ricordandoci che per raggiungere l’aeroporto il biglietto costa 5.90 euro.

Poco meno dei competitor su gomma ma senza il rischio di ritardi dovuti a traffico o incidenti lungo l’autostrada

Nel frattempo potremo anche toglierci la curiosità di utilizzare nuove fermate, come Sferracavallo e La Malfa, quest’ultima parecchio strategica perchè serve un asse commerciale molto frequentato da lavoratori e studenti.

articoli recenti