ATTUALITÀ

HomeMagazineSocietàAttualità

"Hóumlis" racconta la povertà, Palermo e la sua umanità: il video dell'associazione Cristo nei Poveri

Un piccolo documentario che porta negli angoli via via più oscuri e nascosti della città. Un viaggio nella solitudine e nella povertà che purtroppo non hanno tempo

Balarm
La redazione
  • 16 febbraio 2021

Hóumlis è il titolo del documentario, ed è la trascrizione della pronuncia del termine "homeless", senza casa.

Realizzato un mese e mezzo fa, nel periodo di Natale, tra i più tristi e difficili per chi è solo, mostra i volontari dell’associazione Onlus Cristo nei Poveri di Palermo (nata nel 2005) mentre distribuisce pasti e regali ai senzatetto di Palermo. Ma ad aver bisogno di un pasto non sono solamente i clochard, sono anche famiglie che non arrivano a fine mese e non sanno come sfamare i figli.

L'idea degli autori è stata, fin da subito, quella di mostrare e far sentire e non di descrivere; il regista Alessandro Scarpinato e il direttore della fotografia Antonino Costa hanno deciso di riprendere tutto da lontano, a tutta apertura del diaframma, di ottenere immagini rarefatte e di cercare il fuoco nell'azione per conservare quel senso di vergogna nello scorgere questi volti segnati dal tempo e dalla vita, che ognuno dovrebbe avere apprestandosi a questa visione che di per sé è "pornografica", voyeuristica, per sua natura.



Lo spettatore si troverà avvolto così in un trip, un viaggio sensoriale, che lo accompagnerà attraverso la notte negli angoli via via più oscuri e nascosti della città. Tutto ciò che vedrete, che scorgerete e sentirete, dentro il documentario è vero e vivo, è una visione che desta responsabilità allo spettatore, o almeno questo è ciò che gli autori si sono proposti nel realizzarlo.

«Sono tante le persone di buon cuore che offrono cibo - dicono Costa e Scarpinato -. Noi lo scorso dicembre, poco prima del Natale, abbiamo seguito i volontari dell'Associazione che raccoglie cibo dai bar, ristoranti, panifici della città di Palermo per distribuirli a chi ne ha bisogno e abbiamo girato questo video. Lo pubblichiamo oggi, se volete con un po’ di ritardo, ma come si suol dire: Natale sia tutto l’anno».

«La povertà a Palermo, come nel mondo, ha dei numeri esorbitanti e drammatici: sono decine di migliaia le persone in situazioni di indigenza in città – dicono i volontari della Onlus Cristo nei Poveri -. Per il senzatetto tutto quello che dà calore, dà speranza, quindi anche due parole, un abbraccio, una carezza o un “batti cinque” scaldano i loro cuori. Per una famiglia che a stento riesce ad arrivare alla fine del mese, sapere che c'è qualcuno che li ha a cuore – aggiungono - che non si è dimenticato di loro, dà un estremo conforto. Se nel cammino della vita accendi una piccola fiaccola di luce nell'ora buia di qualcuno, non sei vissuto invano».

Il monito è chiaro e bello: prendiamoci cura degli ultimi, dei poveri. Facciamolo gratuitamente e con amore. Facciamolo sempre, con il gelo o col caldo cocente, perché la solitudine e la povertà non hanno tempo, purtroppo. Secondo le stime della Caritas oggi i nuovi poveri passano dal 31 al 45% (fonte Sole 24 Ore, 17 ottobre 2020), questi dati si toccano con mano anche a Palermo.

Chi volesse saperne di più sull'attività dell'associazione Cristo nei Poveri, può andare sulla pagina fb della Onlus.

Le musiche del video sono state gentilmehte concesse da Federico Chiesa/OORA e dai Tamuna.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

VIDEO RECENTI