MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

In Sicilia la grande musica si ferma ma non si arrende: cosa fare con i biglietti acquistati

La grande musica e i concerti live in giro per la Sicilia si fermano e rimandano al 2021 la maggior parte degli appuntamenti che erano in programma per l'estate 2020

Balarm
La redazione
  • 19 maggio 2020

Claudio Baglioni

Dagli Tiziano Ferro a Ultimo, da Baglioni ad Angelo Pintus. E ancora Il Volo, i Modà, Ultimo e Coez.

I grandi eventi in giro per tutta Italia si fermano, rimandando al 2021 la maggior parte degli appuntamenti che erano in programma per l'estate 2020. Ad annunciarlo è una nota di Assomusica che ha deciso di bloccare i grandi eventi alla luce delle disposizioni governative in tema di salute pubblica che vietano assembramenti di persone.

Una decisione condivisa da tutti gli associati siciliani (Giampaolo Grotta, Mario Grotta, Giuseppe Rapisarda, Nuccio La Ferlita, Carmelo Costa, Marcello Cannizzo, Enzo Bellavia e Andrea Randazzo) che hanno rinviato di un anno i grandi eventi live dell'estate siciliana 2020, e di cui nelle prossime settimane verranno comunicate le nuove date.

«È una decisione dolorosa ma inevitabile – commentano gli imprenditori siciliani - che abbiamo preso a tutela di tutte le componenti interessate come gli artisti, i management, i promoter, il pubblico e i lavoratori del comparto. Le misure individuate dal Governo per la riapertura dei concerti non permettono una immediata ripartenza.



Ci chiedono di prevedere 1/3 dei posti disponibili ma i costi per organizzare gli eventi rimangono invariati, anzi aumentano. In questo modo è impossibile per chiunque mantenere un’attività imprenditoriale. Nel provvedimento che autorizza l’apertura ci sono ulteriori aspetti non chiariti e che vanno approfonditi.

Ci sono mille domande a cui oggi non possiamo dare risposta. Noi siamo in contatto con l’amministrazione regionale e gli enti locali che gestiscono le location – concludono gli imprenditori - per definire al più presto il calendario 2021 per dare certezze al pubblico».

Vediamo quindi nel dettaglio i concerti che erano attesi nei prossimi mesi in Sicilia e le istruzioni da seguire per tutti coloro che hanno già acquistato il biglietto.

Il primo a partire in Sicilia sarebbe stato Tiziano Ferro con la tappa del suo tour europeo prevista per giorno 27 giugno allo stadio San Filippo. Non ci sono ancora le date del 2021, ma già è certo che i biglietti precedentemente acquistati rimarranno validi per le nuove date che saranno comunicate a breve.

Rinviata al 2021 anche la tappa siciliana di Ultimo che il 15 luglio si sarebbe dovuto esibire allo stadio San Filippo di Messina. Il tour è in fase di riprogrammazione, ma anche in questo caso i biglietti già acquistati restano validi per le nuove date che verranno comunicate appena possibile.

Rinviate ad ottobre poi le due tappe siciliane del "Testa o Croce tour" dei Modà, la cui partenza era prevista il 6 marzo da Catania. Le due date siciliane (PalaCatania) vengono recuperate il 2 e 3 ottobre. Rimangono validi i biglietti già acquistati.

Rinviate anche le tappe siciliane dei tour di Claudio Baglioni, previsto per il 17 luglio al Teatro Greco di Siracusa e de Il Volo che si sarebbero dovuti esibire a Taormina il 4 e 5 settembre.

Identico discorso per la tappa di Taormina dello spettacolo di Angelo Pintus, inizialmente in programma per il 19 settembre.

Sono stati annullati invece i live di Coez previsti per l'estate 2020. In Sicilia era stata annunciata un'unica data prevista al Teatro Antico di Taormina il 25 luglio. Tutte le informazioni su voucher e biglietti sul sito di vivoconcerti.com.

Per rimanere aggiornati su gli altri eventi annullati o rinviati, potete consultare la pagina dedicata all'emergenza Covid19 di Ticketone.

ARTICOLI RECENTI