VINI

HomeMagazineFoodVini

L'essenza del gusto: le foto di NOT e dei vini naturali che hanno conquistato Palermo

Numeri importanti per la seconda edizione della rassegna dedicata ai vini franchi e organizzata, per il secondo anno consecutivo, all'interno dei Cantieri culturali della Zisa

Balarm
La redazione
  • 24 gennaio 2020

L'affascinante mondo dei vini naturali è approdato ancora una volta a Palermo, affermando sempre di più l'importanza nazionale di "NOT", rassegna dei vini franchi svoltasi nell'ormai consueta cornice dei Cantieri culturali della Zisa.

Ideata e curata da Giovanni Gagliardi, Manuela Laiacona, Stefania Milano e Franco Virga, la manifestazione giunta alla seconda edizione ha chiamato a raccolta appassionati da tutta italia e vignaioli pronti a raccontare l'essenza del proprio vino. E i numeri sono tutti dalla loro parte.

Migliaia i partecipanti per un totale di 130 vignaioli italiani ed esteri, coinvolti insieme ai personaggi più autorevoli del mondo del vino, dello scenario gastronomico e dell’informazione di settore, con momenti di dibattito e confronto al convegno “Apocalittici e Integrati. Questioni di prospettive sui vini naturali e dinamiche di consumo”, con il contributo di Nomisma/Wine Monitor e del Master Masv dell’Università di Palermo.

Gli appassionati hanno degustato un vasto repertorio composto da più di 500 vini, rappresentativo di un comparto in pieno fermento. Ma NOT non è solo questo, perché la manifestazione ha consentito di instaurare relazioni e rapporti BtoB dedicati all'ampliamento del mercato dei produttori stessi.

«Questa edizione ha rappresentato il banco di prova per noi e per Palermo - commentano gli organizzatori -. Abbiamo accolto l’entusiamso dei produttori, felici di essere presenti al Sud che fino ad ora non aveva offerto uno spazio di grande richiamo. Abbiamo riscontranto il favore del pubblico, giunto da ogni parte d’Italia, che ha potuto conoscere meglio la materia dei vini naturali e confrontarsi direttamente con chi li produce, in un clima di estrema convivialità e senza barriere.

Abbiamo puntato ancora di più sull’alto livello degli approfondimenti, sulla qualità dei contentui proposti nei laboratori, perché consapevoli di quanto sia importante dare l’opportunità di conoscere, imparare e relazionarsi con grandi esperti come Sandro Sangiorgi e Matteo Gallello di Porthos, l’ambasciatore dello Champagne in Italia Bernardo Conticelli, le giornaliste e comunicatrici Francesca Ciancio, Diletta Serena e Sonia Ricci, il presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiverisità Piero Sardo, Mateja Gravner e Morgane Fleury, Mattia Filippi e Ivan Cappello di Uva Sapiens».

Scommessa ancora una volta vinta grazie allo spirito con cui si presenta questa rassegna. NOT è un luogo familiare, dove poter scambiare idee e conoscere da vicino il mondo del vino. Un evento che regala spazio alla voce corale del vignaiolo impegnato a creare una delle bevande più buone che l'uomo abbia mai prodotto: il vino.

«Fare vino naturale va oltre l’ambito dell’agricoltura - afferma Arianna Occhipinti produttrice a Vittoria -. Significa essere coscienti e fare la propria parte nel territorio, essere sensibili alle problematiche che lo interessano, da quelle ambientali a quelle sociali. Il vignaiolo se ne fa carico nel suo piccolo».

I vini franchi, infine, hanno acceso le serate di Palermo e provincia, prima e durante la rassegna, con il ciclo dei NOT OFF, il ciclo di aperitivi e cene che ha coinvolto ristoratori, enotecai, gestori di locali per diffondere la cultura del bere naturale.

«Not vuole fare rete nel territorio. Uno dei principi del nostro format è creare sinergie tra tutti gli attori, dal consumatore al produttore passando per il ristoratore - dicono gli organizzatori -. I ristoratori hanno risposto al nostro appello, hanno aderito con entusiasmo creando il proprio evento addottando uno o più vignaioli partecipanti alla rassegna per una sera. Questo è un dato che indica quanto si stia diffondendo bene e stia crescendo una nuova coscienza, una nuova sensibilità».

I locali che hanno organizzato i NOT OFF sono stati: Mercato Sanlorenzo, Villa Costanza, Bocum, Gagini, Aja Mola, Libertà, Le Angeliche, Radici Ristorante, Cre.Zi.Plus, Osteria dei Vespri, Fucina Social Club/Palazzo Mazzarino, A’ Putia, Ristorante Al Faro Verde Da Benito (S.Flavia), Bitta (Bagheria)

NOT è curata da realtà professionali del comparto enogastronomico specializzate nella valorizzazione dell’agroalimentare: il format Good Company, società che gestisce una delle realtà più dinamiche della ristorazione palermitana con quattro insegne (Gagini Restaurant, Aja Mola, Buatta, Bocum) e lo studio di consulenza Gagliardi Associati che si occupa di progettazione di contenuti e materiali di comunicazione per le imprese e le istituzioni del comparto agroalimentare.

Partner di NOT 2020: Morettino, Sanlorenzo Mercato, cronachedigusto.it, Wonderful Italy, Confesercenti, Nuova Sicilauto, Nepèta, Master MASV, Raisin, Winery Tasting Sicily, Uva Sapiens, Cre.Zi.Plus., Cantieri culturali alla Zisa, Seristampa, Oikos Food.

GALLERY RECENTI