CURIOSITÁ

HomeMagazineCulturaStoria

L'unica via al mondo intitolata a un re mai esistito: corso "Alberto Amedeo" a Palermo

Il re Alberto Amedeo non è mai esistito e non ha ovviamente mai regnato sulla Sicilia: la storia curiosa e ricca di intrighi ci racconta una Palermo ottocentesca e confusionaria

Santi Gnoffo
Ricercatore storico e delle Tradizioni popolari siciliane
  • 13 novembre 2019

I Bastioni di corso Alberto Amedeo a Palermo

A Palermo accade anche questo: corso Alberto Amedeo, che si snoda dal Palazzo di Giustizia sino a piazza indipendenza, un tempo era chiamata "Fuori Porta d'Ossuna" poi un giorno avvenne un fatto curioso.

Durante la Rivoluzione del 1848, esattamente il 10 luglio, il Parlamento Siciliano,nominò Re di Sicilia il duca di Genova: Ferdinando di Savoia (Ferdinando Maria Alberto Amedeo Filiberto Vincenzo), secondogenito di Carlo Alberto di Savoia. Questi, non poteva salire al trono con tale nome (il Re in carica era Ferdinando II), pertanto lo proclamarono Re con il nome "Alberto Amedeo".

Quei patrioti siciliani, furono felici di avere trovato la soluzione. Cosa pensò a tal proposito il Duca proclamato Re? Lui, non sapeva neanche di essere stato nominato. Tutto era stato fatto a sua insaputa.

Una delegazione di nobili ed esponenti della politica siciliana s’imbarcò sul piroscafo "Palermo" per recarsi a Genova a consegnare la richiesta: la Sicilia si ritrovò senza re. Questo sovrano, dunque è esistito solo nel desiderio di alcuni palermitani. Dopo varie peripezie, la delegazione riuscì a consegnare la richiesta ma il duca Ferdinando di Savoia rifiutò la carica di Re di Sicilia per non abbandonare l'esercito piemontese in un momento delicato, infatti, era impegnato nella Prima Guerra d'Indipendenza.

La missione, alla fine compiuta, non fu affatto semplice: i borboni erano stati avvertiti da spie in Sicilia e avevano schierato la flotta al largo della Liguria per impedire alla lettera di arrivare a terra. Ma in ogni caso ai tempi non era lecito accettare la corona di Sicilia come conseguenza di un atto rivoluzionario.

Eppure a Palermo esiste corso Alberto Amedeo: in conclusione è l’unica strada al mondo dedicata ad un sovrano mai esistito.
E non finisce qui. Per ironia della sorte nel 1860 Casa Savoia accettò finalmente la corona della Sicilia. Ma non fu anche quella conseguenza di un atto rivoluzionario?
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI