PERSONAGGI

HomeMagazineLifestylePersonaggi

La famiglia è la sua unica ragione di vita: ha festeggiato cento anni nonna Pina Abbate

La giornata delle 100 candeline è iniziata con una messa nella parrocchia del SS. Crocifisso di Acqua dei Corsari, quartiere dove la signora Pina è nata e cresciuta

Giulia Noera
Giornalista e nuotatrice
  • 24 ottobre 2019

Nonna Pina Abbate circondata dai suoi familiari

Cosa c'è di più bello che festeggiare i 100 anni, in compagnia di tutta la tua famiglia? È quello che è accaduto qualche giorno fa a Palermo a 'nonna Pina' Abbate, classe 1919. In città, si contano sulle dita di una mano i 'centenari' e la signora Pina è riuscita a raggiungere questo traguardo in ottima salute, sia fisica che mentale.

Circondata dall'affetto di tutta una comunità, nonna Pina ha avuto la sua giornata di festeggiamenti, che ha seguito con entusiasmo fino a notte inoltrata. La giornata delle 100 candeline è iniziata con una messa nella parrocchia del SS. Crocifisso di Acqua dei Corsari, quartiere dove la signora Pina è nata e cresciuta e si è dedicata alla comunità parrocchiale, dopo aver avuto per anni una piccola attività commerciale, proprio di fronte la chiesa.

«Nonna Pina era una grande organizzatrice di pranzi domenicali e festività ricorrenti - commenta con commozione la nipote Gabriella - ricordo che preparava grandissimi pranzi, ed in quella tavola eravamo come minimo quindici persone. Cucinava sempre tutto lei da sola e a noi nipoti dava solo il compito di apparecchiare, perché non ci faceva lavare nemmeno i piatti.Tutto questo, soprattutto per avere sempre intorno i suoi figli e nipoti, la sua famiglia, unica ragione di vita».

Anche il Comune di Palermo ha voluto presenziare a questa grande festa, attraverso la presenza dei due consiglieri Tony Sala e Paolo Caracausi, che hanno donato per l'occasione, alla signore Pina, una lettera di congratulazioni da parte del Sindaco, Leoluca Orlando e una targa ricordo per questo traguardo raggiunto, con brillantezza e tanto affetto da parte di tutti.

ARTICOLI RECENTI