IDEE E PROGETTI

HomeMagazineCulturaIdee e progetti

La maturità in pandemia, "Ce la faremo?": 6 ragazzi siciliani si raccontano in un docufilm

Un viaggio dentro le difficoltà di un anno "particolare". Per la realizzazione del progetto è stato lanciato un crowdfunding online cui tutti possono dare il loro contributo

Balarm
La redazione
  • 19 maggio 2021

Diverse tipologie di persone – per età, mestiere, estrazione sociale – ricordano il fatidico giorno del loro esame di maturità.

Un tuffo nel passato che fa riemergere le ansie, le paure, le nottate in bianco, aspettative e delusioni di un periodo indimenticabile che rappresenta il primo vero traguardo e la svolta verso l’età adulta, un cambio di passo vero e proprio.

Ma come vivono oggi i futuri neo maturandi, in piena emergenza epidemiologica da COVID-19, il raggiungimento della meta tanto agognata?

Nasce così "Ce la faremo? - Esami 2020", il docufilm sulla maturità vissuta dai ragazzi in piena pandemia.

Il progetto vuole mettere a confronto la particolarità di un anno scolastico caratterizzato dalla didattica a distanza e da un esame finale “diverso”, rispetto al ricordo e all’immaginario che custodiscono le persone che in passato e in tempi “normali” hanno sostenuto.

Il regista floridiano Peppe Tata, insieme ad Andrea Salibra (editor e direttore della fotografia) e Simona Russo (aiuto regista e produttore esecutivo) hanno voluto intraprendere questo viaggio dentro le difficoltà e il mondo emotivo di 6 ragazzi, appartenenti a istituti scolastici diversi.



Sono loro stessi che, attraverso l’utilizzo esclusivo dei loro smartphone come mezzo audiovisivo, ci mostrano – passo dopo passo – il percorso che li condurrà alla preparazione e allo svolgimento di un esame sui generis.

I ragazzi aprono così le porte del loro mondo per condividere le emozioni più profonde, i pensieri e le riflessioni più intime in un momento delicato e decisivo della loro vita e in una fase storica dai risvolti inaspettati, come quelli della pandemia in atto.

Contributi fondamentali sono anche le voci di chi in quel momento è stato protagonista attivo, tra cui l'ex ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, che si è trovata a dover prendere decisioni fondamentali navigando in acque inesplorate.

Ma anche i docenti in prima linea e l’opinione di una psicologa che ha dovuto porre rimedio dando sostegno, ascoltando e osservando adolescenti con precisi sintomi da stress ed ansia mai riscontrati prima.

Per la realizzazione del progetto, attualmente in lavorazione, è stato lanciato un crowdfunding con Produzione dal Basso a cui tutti possono dare il loro piccolo contributo.

La campagna di raccolta fondi online serve ai ragazzi per coprire le spese di montaggio e post produzione e vedere il loro progetto realizzato.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

VIDEO RECENTI