INIZIATIVE

HomeMagazineTerritorio

La palla di fuoco ingoiata dallo Stromboli: il tramonto può diventare patrimonio Unesco

La discesa del sole sul cratere del vulcano delle Eolie è perfettamente allineata: una visione magica se osservata dalla Calabria ed è da qui che parte la candidatura Unesco

Balarm
La redazione
  • 14 febbraio 2019

Il tramonto sullo Stromboli visto da Tropea

Un tramonto di fuoco che scende direttamente nella gola del vulcano di Stromboli, isola delle Eolie: sembra un dipinto, sembra una linea impossibile che si ripete giorno dopo giorno con uno spettacolo mozzafiato.

È da poche località che si gode della vista del sole in cima al cratere: si vede dalla Costa degli dei, da Pizzo Calabro a Zambrone, da pochi borghi dell’entroterra aspromontano orientati sul Tirreno e da altri punti della costa siciliana.

Dalla Calabria parte l'idea di un comitato di giovani calabresi che sta lavorando per candidare questo fenomenale momento a cura di madre Natura a patrimonio mondiale Unesco dell'Umanità.

Il comitato si chiama Calabria Network Mediterraneo ed è formato principalmente da giovani: intendono dare valore e ufficialità allo straordinario fenomeno ottico.

Lo spettacolo della palla infuocata inghiottita dal vulcano presenta tutti i caratteri richiesti dall’Unesco per ottenere il prestigioso riconoscimento: unicità, universalità e insostituibilità.

In più soddisfa il VII Criterio della Convenzione sul patrimonio dell’Umanità del 1972 che afferma che sono riconoscibili "fenomeni naturali o atmosfere di una bellezza naturale e di una importanza estetica eccezionale".

L'iniziativa prevede un progetto di cooperazione tra realtà, enti e volontari del terzo settore che operano per la promozione culturale e valorizzazione del territorio (calabrese).

L'eventuale riconoscimento del tramonto siciliano come Patrimonio mondiale dell’Umanità darebbe il via a notevoli opportunità di sviluppo economico-turistico: oltre all'enorme visibilità globale anche una fortissima pubblicità.

Le Isole Eolie sono Patrimonio Unesco sin dal 2000 come riserva della biosfera nonché come patrimonio culturale: sono un arcipelago di origine vulcanica appartenente all’arco Eoliano, in Sicilia.

I vulcani attivi sono sia Stromboli che Vulcano, inseriti in un arcipelgo costituito da un totale di sette isole insieme a Lipari, Salina, Filicudi, Alicudi e Panarea.

Ad abitare l'isola di Stromboli sono circa 400 abitanti, l'isola è l'unica delle Eolie a presentare una permanente attività vulcanica con tanto di eruzioni ogni ora circa.

Per la foto di copertina si ringrazia Vacanze a Tropea.

articoli recenti