PERSONAGGI

HomeMagazineCulturaTeatro

La rivincita delle web stars: dai Sansoni a xMurry e Giampytek come nascono le stelle

I comici, palermitani, di nuova generazione nati sul web: si sono esibiti al Teatro Duca di Verdura con lo spettacolo "Tutti Giù Dal Web" ed ecco perché e come ha funzionato

  • 26 settembre 2018

I comici I Sansoni, xMurry e Giampytek

Sono certo che la maggior parte dei genitori trascinati quella sera dai propri figli non concepisse il fatto che questi quattro ragazzi riuscissero a guadagnarsi da vivere sul web.

"Ma com’è possibile?", "Vabbè, questa cosa prima o poi finirà", "Si parlerà sicuramente di cifre misere".

Il tema scotta, è quotidianamente il topic preferito da molti ed è stato trattato anche durante lo show: nella parte finale i ragazzi hanno prontamente risposto illuminando la platea e mostrando il loro pubblico.

È bastato questo gesto per far capire che tutti i numeri del web non sono altro che persone reali, una mera trasposizione della realtà utilizzando al meglio lo strumento di internet.

I numeri che hanno fatto e che farebbero di presenza li ottengono ogni giorno, in un batter d’occhio, sul web.

Le mie personali aspettative non erano alte eccetto per i fratelli Sansone, già svariate volte protagonisti in palchi teatrali.



Nonostante avessi assistito allo spettacolo precedente da cui erano tratti gli sketch ("Fratelli... ma non troppo!") hanno comunque divertito molto.

I due youtuber, invece, hanno piacevolmente coinvolto il pubblico e non sono sembrati sottotono ai compagni di serata se non per la loro (lecita) poca esperienza. In entrambi i casi la comicità è praticamente la stessa dei loro video giornalieri, ma è proprio la rottura di quel filtro, di quello schermo a rendere tutto più magico dal vivo.

La cosa su cui vorrei soffermarmi, però, sono i due diversi fattori che hanno contribuito alla nascita dello spettacolo.

Giampytek e xMurry su YouTube nascono come gamer: milioni di ragazzini quotidianamente ritrovano sul loro canale episodi di serie che riprendono le loro sessioni di gioco, facendo continuamente divertire i propri iscritti per i propri modi di fare.

Ovviamente, i canali comprendono anche altri generi di video: vlog, parodie, challenge ecc. I due palermitani, però, non sono stati gli unici gamer di YouTube Italia ad esibirsi a teatro: già in passato un noto youtuber italiano, CiccioGamer89, ha portato un suo “show” sul palco, sempre se così possiamo definire una misera sessione di gaming dal vivo.

Da quasi-adulto non posso giudicare questo tipo di intrattenimento: se nel mondo tre adolescenti su quattro trascorrono pomeriggi interi a guardare uno youtuber giocare ai videogame significa che qualcosa, in qualche strano modo, funziona.

L’adolescente, in un certo qual modo, si affeziona al gamer, al suo tipo di comicità e possiamo dire anche che i primi "influencer digitali" per i giovani siano stati proprio loro.

Giampiero e Giorgio (i loro veri nomi) sono riusciti a fare qualcosa di diverso: senza abbandonare il loro tipo di format hanno lasciato a casa le proprie console, rispettando la nobile arte del teatro e rompendo quel filtro che li separava dalla realtà, cadendo giù dal mondo del web (cit.).

I Sansoni, d’altro canto, non nascono come Facebook Stars, ma hanno capito come sfruttare al meglio i loro canali social.

La risata è immediata, la condivisione o il like permettono ai ragazzi di finire in tendenza e, di conseguenza, arrivare a più persone possibili, conquistando nuovo pubblico come se nulla fosse.

L’internet è il mezzo più efficace che possa esistere per qualunque cosa tu voglia fare, ma è l’utilizzo che ne fanno certe persone a rovinare tutto.

È per questi concetti di base che ritengo lo spettacolo unico nel suo genere. La palese complicità e sintonia che si è creata tra di loro e con il loro pubblico è stata la ciliegina sulla torta.

La strada è ancora molto lunga, ma il divertimento di quella sera ci ha fatto capire che questo è soltanto l’inizio di un percorso a lungo termine che può fare soltanto bene alla città di Palermo e a tutte le anime dei ragazzi che seguono le webstars. L’importante, alla fine, è sorridere.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI