PROGETTI

HomeMagazineLifestyle

La troupe di Netflix è in giro per la Sicilia: il progetto è un film in stile anni Ottanta

l progetto è un film di Massimiliano Camaiti, che racconta la storia di un gruppo di ragazzi e andrà in onda sulla celebre piattaforma di serie tv, documentari e film

Balarm
La redazione
  • 6 novembre 2019

Dalla spiaggia di Mondello al colosso del web: il meglio della Sicilia sarà presto lo sfondo di un progetto del celebre sito Netflix, dedicato alla visione di documentari, serie tv e film.

Le prime riprese si sono svolte sulla spiaggia palermitana ma la troupe è in giro per le coste dell'isola per il progetto di un film scritto dallao sceneggiatore Massimiliano Camaiti (Roma, 1977) che racconta la storia di un gruppo di ragazzi. Tra gli attori ci sono Vincenzo Amato e Donatella Finocchiaro nel ruolo dei genitori dei due protagonisti ma anche la palermitana Elvira Camarrone e il messinese Christian Roberto.

La trama: un’avventura estiva nata sotto il sole siciliano diventa ben presto una dolorosa storia d’amore, che obbliga un ragazzo e una ragazza a crescere troppo in fretta. Le riprese termineranno il 7 dicembre e i titolo è "Sulla stessa Onda".

Il film è stato patrocinato gratuitamente dalla Fiv (Federazione Italiana Vela) e dal suo presidente Francesco Ettore.

Si tratta di uno dei progetti collaborativi di Netflix con Mediaset, due colossi che uniscono le forze in una partnership unica per realizzare una serie di film in lingua italiana, realizzati in Italia e prodotti da produttori indipendenti italiani.

Le pellicole saranno disponibili in anteprima su Netflix a partire dal 2020 e andranno in onda sui canali in chiaro Mediaset entro i dodici mesi successivi.

Al momento oltre a "Sulla stessa onda" sono state svelate le produzioni di "Il divin codino" che è la cronistoria della carriera della star del calcio Roberto Baggio, "Al di là del risultato", "Sotto il sole di Riccione" che narra l’estate di un gruppo di teenager e "L’ultimo paradiso", ambientato nell’Italia degli anni Cinquanta (con Riccardo Scamarcio).

ARTICOLI RECENTI