ENOGASTRONOMIA

HomeMagazineLifestylePersonaggi

Lezioni di cucina, olio d'oliva e grani antichi: Annalisa porta la buona Sicilia in America

Per il terzo anno consecutivo Annalisa Pompeo, cuoca di Favara, porta un pezzo di Sicilia oltreoceano per diffondere la gastronomia locale nelle cucine degli americani

  • 19 gennaio 2020

Annalisa Pompeo

Un pezzetto di Sicilia - quella più bella, buona e appetitosa - è arrivato in America. Lezioni di cucina siciliana, ma anche corsi di formazione sull'olio extravergine d'oliva e sulle farine di grani antichi siciliani.

Tutto questo sarà il fulcro dei circa 30 giorni di trasferta oltreoceano di Annalisa Pompeo, l'audace cuoca ambasciatrice di sicilianità che da Favara è partita alla volta degli Stati Uniti d'America per il terzo anno consecutivo.

Annalisa si occupa ormai da anni di turismo culinario-esperienzale, grazie al quale ha instaurato un rapporto speciale proprio con i turisti americani, veri estimatori della cucina siciliana.

Tutto è iniziato con il suo portale "GoSicily - Cook, Eat, Esplore", nato per valorizzare e tramandare i sapori, i luoghi e le tradizioni siciliane. Grazie al suo sito e alle sue abilità culinarie e linguistiche, Annalisa ha cominciato organizzando esperienze culinarie con cui ha attratto tanti turisti stranieri che hanno sperimentato così un nuovo modo di visitare e vivere i piccoli paesini siciliani.



Ma per far sì che gli americani si appassionino e decidano di venire in Sicilia, Annalisa ha fatto anche di più.

Non si è limitata ad aspettare che fossero i turisti a venire a Favara, ma è lei che ogni anno va da loro in America per diffondere le tradizioni culinarie siciliane direttamente nelle loro cucine.

Lo scorso 14 gennaio Annalisa è volata oltreoceano per il terzo anno consecutivo. Un viaggio di tre settimane che si concluderà il 17 febbraio e che la porterà in diversi paesi americani: da Boston a New York passando per Brooklyn, Manhattan, New Jersey, Dallas, Long Island, New Orleans e tanti altri.

Quest’anno il viaggio si arricchisce di alcuni aspetti ulteriormente formativi: oltre alle "cooking lesson" ci saranno dei momenti che permetteranno ai suoi "studenti" di avere una formazione base sull’olio extravergine d’oliva e sulle farine di grani antichi siciliani.

«Alcuni americani – ci dice Annalisa - non conoscono l’olio extra vergine d’oliva. Durante i miei incontri americani confronteremo un olio di annata con un olio rancido. Stessa cosa verrà fatta con le farine. Verranno confrontate le farine raffinate con quelle ottenute da grani antichi siciliani». Per fare tutto ciò Annalisa Pompeo si avvarrà della collaborazione di partner locali.

Il fulcro della trasferta americana resta la parte dedicata alle cooking lesson con tanti piatti che rappresentano la cultura gastronomica siciliana. Si va dai primi – con i cavatelli alla norma o ai broccoli – ai secondi - pollo alla cacciatore o pesce spada alla lampedusana – ai dolci – con il biancomangiare alle mandorle e il torrone - e non mancheranno i classici come l’insalata di arance, la frittata con il pane, la caponata e le immancabili arancine.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI