ARTE

HomeMagazineCulturaArte

Alessandro Bazan inaugura la Galleria Bianca

Un nuovo spazio dedicato all’arte contemporanea: sarà inaugurato con la personale dell’artista palermitano Alessandro Bazan, dal titolo “Mezzogiorno”

A Palermo, in cima alla Vucciria, nasce un nuovo spazio dedicato interamente all’arte contemporanea: si chiama Bianca (discesa San Domenico 4), galleria dal nome evocativo, che indica proprio il suo richiamo alla pittura, al territorio fertile e quasi incontaminato di creatività ed espressione artistica del nostro territorio; è una galleria "bianca", intima, che vuole celebrare l’arte nazionale ed internazionale, che vuole dare ampio respiro ai protagonisti del panorama contemporaneo. La Galleria Bianca aprirà i battenti venerdì 29 ottobre, alle ore 18.30 con la personale di Alessandro Bazan, artista palermitano che elabora una pittura espressiva e molteplice, e che ha deciso di omaggiare la sua città con l’esposizione dal titolo “Mezzogiorno”, a cura di Maria Chiara Valacchi.

È una mostra che raccoglie dieci opere a olio inedite, un percorso per immagini che descrive il suo mondo visionario, che assorbe influenze dalla Sicilia e da New York, creando capricci urbani, musica jazz e scene di vita comune o bizzarra. Sulle tele di Alessandro Bazan tradizione e contemporaneità si incontrano e si scontrano: l’artista esprime questo conflitto con pennellate di colore accesso e stridente, con figure allungate un po’ ricurve forse sotto il peso di una vita che non li soddisfa a pieno.

Nelle sue opere troviamo personaggi slanciati invasi dalla luce, una luminescenza acida che ne rivela dettagli fisiognomici e li lega ad ambientazioni quotidiane, a visioni oniriche che fondono la tradizione Siciliana con una contemporaneità cosmopolita: i prodotti artistici di Barzan sono un inno alla poliedricità della vita, alla musica appassionata, alla teatralità dei gesti quotidiani, sono atti di devozione verso la pittura, per lui mezzo espressivo anarchico fatto di materia e azione.
Sarà possibile visitare la mostra fino a venerdì 31 dicembre, dal mercoledì al sabato dalle 16 alle 19.30.

ARTICOLI RECENTI