TURISMO

HomeMagazineTurismo

Roccapalumba tra cieli stellati, natura e fichi d'india: è tra le cento mete più belle d'Italia

Il "Paese delle Stelle" è rientrato tra le "100 Mete d'Italia" ottenendo un ambito riconoscimento che premia i suoi valori, le bellezze, il paesaggio e l'accoglienza

Balarm
La redazione
  • 30 novembre 2017

Il planetario di Roccapalumba

Già da diversi anni Roccapalumba, Comune in provincia di Palermo, si è aggiudicato l'appellativo di "Paese delle Stelle" per via del suo Planetario, divenuto punto di riferimento per molti astrofili e scienziati di fama internazionale.

Il cielo stellato non è però l'unico pregio del paese, che è entrato a far parte delle "100 Mete d'Italia", premio assegnato da Riccardo Dell'Anna Editore e consegnato a Palazzo Madama, a Roma.

Il riconoscimento viene assegnato a tutti quei Comuni che hanno promosso i valori dell’italianità e a riceverlo sono stati cento sindaci: tra loro quest'anno anche Gugliemo Rosa, che ha ritirato il premio per Roccapalumba.

Il paese, nato ai piedi della grande roccia, è stato premiato per diverse ragioni: è sì punto d’eccellenza per l'astronomia grazie all'osservatorio inserito nella Rete Degli Osservatori Popolari d’Italia, ma è anche punto di riferimento per amanti della natura e per i buongustai.

Per quanto riguarda la natura e il suo paesaggio sono considerate eccellenti le macchie boschive di eucaliptus, pini, querce, castagni, frassini, oliveti e mandorleti.

Altrettanto eccellenti sono considerati i fichi d'india coltivati nella zona, tutelati da una specifica associazione e celebrati con una sagra che ogni anno attrae migliaia di persone.

Infine, a queste motivazioni si aggiunge un'ampia offerta turistica che ha come protagonisti il Museo del Territorio, il Museo sulla Civiltà del Ferroviere in Sicilia, la Mostra di Origami e le Stanze del Sapere, che contiene uno dei più grandi diorami d’Italia.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI