SOCIETÀ

HomeMagazineSocietà

Ficarra&Picone inaugurano la ludoteca del Di Cristina

Inaugurati i locali dell'Ospedale dei Bambini di Palermo, destinati alla ludoteca per i piccoli pazienti. La Maredolce Onlus di Ficarra&Picone porta avanti l'iniziativa solidale

  • 23 gennaio 2014

C'è chi crede che la risata sia l'antidoto per combattere ogni bruttura e se a ridere, poi, è un bambino tutto sembra davvero migliore. Sono stati consegnati lo scorso 22 gennaio i nuovi locali del quarto piano dell'Ospedale dei Bambini Di Cristina di Palermo, destinati ai piccoli pazienti che, infondo, desiderano solo poter continuare a giocare.

La nuova ludoteca nasce dall'iniziativa portata avanti dalla Maredolce Onlus, l'associazione no profit che fa capo agli attori palermitani Salvo Ficarra e Valentino Picone. Un coinvolgimento in prima linea quello dei due comici che hanno raccolto i primi utili in occasione di un loro spettacolo realizzato al teatro Al Massimo di Palermo, il 6 gennaio 2013.

«Ci siamo accorti che mancava una ludoteca perchè i bambini giocavano per i corridoi dell’ospedale - spiega Salvo Ficarra. - La ludoteca è stata realizzata col contributo di tutti i palermitani che sono venuti allo spettacolo del 6 gennaio dell’anno scorso e grazie a tutti gli sponsor che hanno dato i materiali per costruire questo spazio, gli arredi, i giocattoli e anche la videosorveglianza. Quest'ultima - conclude ironicamente Ficarra - non perché non ci fidiamo dei palemitani, ma perché potrebbe capitare che si viene a ricoverare qualcuno di Milano o della Svezia e magari scompare qualcosa».

Al momento, la ludoteca è affidata alla Fondazione Abio, dedicata all'assistenza dei bambini in ospedale e apre quattro giorni a settimana - due mattine e due pomeriggi ma si auspica di poterla mantenere accessibile il più possibile, con l'arrivo di nuovi volontari. «Speriamo di migliorare la struttura. Questo - spiega Picone - è e sarà un impegno; abbiamo adottato la struttura e verremo spesso».

Probabilmente, la leggerezza e la spensieratezza non sono semplici doni che ai bimbi spetta scartare; probabilmente, anche per i piccoli pazienti ogni giorno può essere un "buon giorno" in cui continuare a sperare.

«Oggi – afferma il direttore sanitario Giorgio Trizzino – si realizza un sogno e per questo ringrazio Salvo e Valentino. L’idea è nata casualmente durante una chiaccherata e adesso è diventata realtà. Sono orgoglioso, specialmente perché spesso l’attenzione va ad altri ospedali pediatrici d’Italia».

Interviene il commissario straordinario dell’Arnas Civico, Carmelo Pullara: «Ringraziamo Ficarra e Picone per l’impegno in favore dell’Ospedale dei Bambini, dei suoi pazienti e delle loro famiglie ma, anche, tutti gli sponsor che hanno contribuito con il loro sostegno alla realizzazione di un nuovo spazio di gioco. Ancora una volta - conclude - la solidarietà si affianca alla nostra progettualità e alla professionalità del personale medico e infermieristico del Di Cristina».

C'è chi crede che la risata sia l'antidoto per combattere ogni bruttura e se a ridere, poi, è un bambino tutto è davvero migliore.

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI