SOCIETÀ

HomeMagazineSocietà

FOSS: ridotti i fondi, a rischio la Stagione invernale

La Stagione concertistica resta in sospeso per mancanza di fondi: assicurati solo i concerti istituzionali mentre restanono a rischio i contratti

  • 18 giugno 2012

Ebbene sì, la musica in Sicilia sembra davvero passare un periodaccio. Anche la Fondazione dell’ Orchestra Sinfonica Siciliana fa sapere di essere in grosse difficoltà economiche: anche loro alle prese con i fondi regionali del Fus (Fondo unico per lo spettacolo) che a quanto pare sono stati ridotti del circa 30%. Infatti dei circa 12 milioni di euro ricevuti a Stagione concertistica, l’OSS ha ricevuto quest’anno circa 4 milioni in meno, recuperandone circa due milioni (il 50%), grazie anche alle diverse manifestazioni e proteste in piazza, insieme a tanti altri enti nelle sue pari condizioni.

La Fondazione al momento chiede all'Assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo Daniele Tranchida, soprattutto spiegazioni sulla mancata approvazione della prossima stagione concertistica ed al mancato consolidamento del personale artistico “storico”. «In questi ultimi mesi - ha dichiarato Claudio Sardisco, flautista dell’Orchestra Sinfonica Siciliana - le preoccupanti notizie del taglio al nostro contributo hanno impegnato non poco le nostre energie. Con l’approvazione del bilancio della Regione e la successiva approvazione del nostro previsto per il 2012 ci saremmo aspettati, in vista delle scadenze di contratto del personale artistico, alcune scelte da parte del Consiglio di amministrazione che dessero un nuovo slancio alle nostre attività, e invece... ».

Sembrerebbe infatti che la Stagione estiva in programma sarebbe stata congelata a causa della mancata copertura economica causata dalla riduzione del contributo deliberando solo alcuni dei concerti istituzionali. A questo punto gli orchestrali si domandano come mai il Cda ha deciso di attribuirsi i compensi annuali, sembrerebbe addirittura con un delibera presidenziale, che oltretutto rischiano di fare perdere alla Fondazione un finanziamento di circa 500 mila euro da parte del Fus in base alla legge nazionale sul contenimento dei costi delle Amministrazioni con contributo nazionale.

L’altro nodo della questione che abbiamo già anticipato, è la stabilizzazione contrattuale dei musicisti storici dell’orchestra: vane promesse dai vertici Foss che permetterebbero alla stessa fondazione un risparmio economico per le spese legali che ne scaturiscono ogni anno. Si cerca quindi un confronto con il Presidente di un Cda per la risoluzione di questi problemi che già da qualche tempo attanagliano la Fondazione.

ARTICOLI RECENTI