TEATRO

HomeMagazineCulturaTeatro

L’allegria dei pazzi allo Zappalà

Balarm
La redazione
  • 13 marzo 2006

La follia, quella meravigliosa dimensione che scioglie i legami con la ragione per approdare in un universo misterioso, da sempre incuriosisce e spaventa perché è enigmatica, arcana e difficile da comprendere. Quali siano le strade che conducono alla sua essenza è difficile saperlo ma una cosa è certa. La follia può anche far ridere perché possiede una sua vena ironica e la si può scoprire attraverso le sue diverse facce oppure attraverso "Chewing gum, l’isola dei matti", divertente e pazza commedia di Paride Benassai, in scena dal 17 marzo al 2 aprile, ogni venerdì e sabato alle 21.30 e domenica alle 18.30 al teatro Franco Zappalà. Lo spettacolo ruota attorno ad un gruppo di pazzi che mostrano come “perdendo la testa” si riesce a ridere e a fare ridere. Ad interpretare i simpatici pazzi saranno Sergio Vespertino, Stefania Blandeburgo, l’autore Paride Benassai, mentre Alessandro Pennacchio vestirà i panni di un angelo. Le musiche verranno eseguite da Massimo Melodia, i costumi e le scenografie saranno di Valeria Piro e le luci di Rino Carnevale. Benassai propose "Chewing gum" per la prima volta il 10 novembre 1981 nel Piccolo teatro di Palermo. Una rappresentazione che riscosse fortuna e successo e che venne replicato ben 230 volte. Oggi, viene riproposto con l’obiettivo di rispolverare un testo che fa parte della memoria storica di un teatro di ricerca popolare ma soprattutto con lo scopo di strappare risate... da pazzi. Prezzi al botteghino: 15 euro l’intero, 13 euro ridotto cral, 10 euro militari e ragazzi. Soltanto per venerdì 17 il costo del biglietto sarà di 6 euro.
va.cu.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI