SOCIETÀ

HomeMagazineSocietà

L.U.M., laboratorio per il Mediterraneo

Balarm
La redazione
  • 30 maggio 2005

E' stato inaugurato sabato 28 maggio a Palazzo Aragona Cutò a Bagheria, il L.U.M. (Laboratorio Universitario del Mediterraneo) alla presenza del Magnifico Rettore dell'IUniversità di Palermo, Giuseppe Silvestri, del Preside della Facoltà di Lettre e Filosofia, Giovanni Ruffino, di Autorità Accademiche e Politiche e personalità della Cultura, delle imprese, delle arti. Il L.U.M. è un set televisivo ad alta definizione, capace di sperimentare e produrre on line e off line, in "realtà virtuale" e in animazione "motive capture", secondo standard analoghi a quelli del cinema di "effetti speciali" hollywoodiano e di Cinecittà - digital, costituendo un Parco Tecnologico di formazione ed elaborazione che non ha riscontro in alcuna altra Università Europea.

Al laboratorio si connette tutto il DAMS di nuovo ordinamento e in special modo la Laurea Magistrale in "Scienze della Produzione Multimediale" ed il master d'eccellenza in "Cinema promozionale in digitale", mediante processi formativi che utilizzano i "residence" artistici e tecnici di operatori di livello internazionale. Una proposta presentata da Enrico Grezzi e da altre personalità della cultura cinematografica verrà rivolta al Rettore affinché il Laboratorio venga intitolato al critico e teorico romano del cinema Michele Mancini, recentemente scomparso. Questi con la sua opera, a lungo svolta in Sicilia, ha fornito i presupposti di metodo e il progetto, che hanno consentito l'attuale realizzazione universitaria che dunque assumerà la denominazione di "L.U.M. - Michele Mancini", se ci sarà il consenso delle autorità accademiche.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI