MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

Oren Ambarchi in concerto

Balarm
La redazione
  • 3 luglio 2006

La chitarra australiana di Oren Ambarchi, nome noto della scena underground, sarà il prossimo evento elettronico a Palermo per eXStra Doves Day, giornate fuori programma della rassegna XS [n.o.s.a.] organizzata da Antitesi. L'appuntamento, che coinvolgerà anche musicisti palermitani, è nei caldissimi giorni "mondiali" di sabato 8 alle 23 e domenica 9 luglio alle 22. Due serate che coniugheranno intrattenimento e ricerca e che si fanno campo d'incontro e di scambio, in partita amichevole, tra artisti affermati della ricerca sonora contemporanea internazionale e alcune tra le piu interessanti figure emergenti della scena elettroacustica sperimentale palermitana. Gli spettacoli indagheranno le aree di confine tra le varie forme d'arte e la possibilità di sovvertire il modo abituale di percepire.

Sabato 8 l'intrattenimento prende forma nelle stanze di Palazzo Orioles (via Alla Piazza dei Tedeschi 4), coinvolgendo il pubblico in una festa in cui drink e selezioni musicali saranno curati da alcuni degli artisti palermitani che si esibiranno il giorno seguente. Un momento, questo, pensato come moltiplicatore di relazione, un' occasione per prendere confidenza con i musicisti, il nuovo spazio allestito e l'ambiente. La sera successiva sarà il momento clou con l'esibizione per la prima volta a Palermo di Oren Ambarchi, chitarrista australiano di particolare raffinatezza influenzato da John Zorn e Alvin Lucier, uno dei protagonisti della ricerca sonora contemporanea, grazie anche a collaborazioni con Keith Rowe, Chris Townend, Martin Ng, John Zorn, Günter Müller & Voice Crack, Taku Sugimoto. Altro interessante ospite della serata anche lui per la prima volta a Palermo sarà Giuseppe Ielasi, chitarrista italiano da anni animatore e portavoce all'estero, insieme a Domenico Sciajno, della scena sperimentale italiana. A completare la serata le live performances dei tre giovani artisti palermitani Samuele Calabrò, Mirko Cangiamila e Gianluca Scuderi. Per maggiori informazioni, www.antitesi.org.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI