IL SOGNO ROSANERO

HomeMagazineSport

Palermo, ancora una sconfitta in trasferta

Ventitreesima giornata, 18 gennaio 2004, <b>Bari-Palermo 2-1</b>

  • 20 gennaio 2004

Il girone di andata del campionato di Serie B si è concluso domenica 18 gennaio con la ventitreesima giornata e il Palermo è giunto al giro di boa collezionando, purtroppo, la sua seconda sconfitta consecutiva lontano da casa. La trasferta di Bari poteva e doveva essere un’opportunità per fare punti pesanti, soprattutto in vista di una seconda parte del torneo che si preannuncia davvero impegnativa; invece Baldini e suoi ragazzi sono tornati in città senza bottino, e con un primato  in classifica che si è subito ridimensionato in un terzo posto.

Non v’è dubbio che il rendimento della formazione rosanero nelle ultime partite sia stato un po’ altalenante…forse un po’ troppo per una squadra dalle potenzialità così elevate. Le prestazioni fuori casa risultano ben diverse, sia dal punto di vista del gioco che da quello del risultato, da quelle sciorinate sul campo del Renzo Barbera…e se fino a qualche domenica fa la buona sorte aveva avuto un occhio di riguardo in alcune occasioni (vedi Venezia, Salerno e Treviso), adesso che la dea bendata sembra essersi distratta, comincia a sorgere qualche problema.



La partita di ieri si è risolta tutta nei primi 45 minuti di gioco: al 29° Pierluigi Collina, acclamato da tutti come uno degli arbitri più bravi del mondo (e sicuramente il più famoso), concede ai padroni di casa un calcio di rigore che Cordova trasforma nonostante l’intuizione di Santoni. Il Palermo reagisce e riesce a pareggiare quasi subito con un’ennesima prodezza di Corini su calcio di punizione. Il match sembra equilibrato…ma, come migliore tradizione calcistica vuole, a pochi minuti dal riposo arriva il classico “gol dell’ex”, siglato di testa da De Rosa.

Nella ripresa il Palermo entra in campo con l’intenzione di raggiungere il pareggio, ma in realtà non è quasi mai riuscito  a rendersi pericoloso, se non con un paio di conclusioni  dalla distanza, prontamente sventate dal portiere barese. Un’altra sconfitta, dunque; molti lo considereranno un campanello d’allarme, qualcuno comincerà a parlare di crisi…ma in realtà la situazione in classifica è ancora ottima e non è il caso di allarmarsi troppo: del resto basta poco per dimenticare….un paio di vittorie e si torna a volare. Speriamo, dunque, di poter decollare già dalla prossima domenica e di atterrare, a giugno, nella destinazione desiderata.

ARTICOLI RECENTI