MUSICA

HomeMagazineCulturaMusica

"Sale di Sicilia": l'album di Edoardo De Angelis

Un album che celebra i trent’anni di amore per la Sicilia del cantautore Edoardo De Angelis. Tantissime le collaborazioni, i duetti e gli omaggi

  • 5 marzo 2011

Un album interamente dedicato alla nostra isola. È stato presentato al Kursaal Kalhesa il nuovo album di Edoardo De Angelis. Il cantautore romano si è infatti ispirato alla Sicilia, a cui è particolarmente legato dal 1981 e cioè da quando al “Cantamare” di Mondello si esibì con “Una storia americana”, il singolo che in quell’anno precedette l’uscita dell’album “Anche meglio di Garibaldi”.

E così, tra un panino con le panelle e un bicchiere di vino rosso, che suona tipicamente siciliano, Edoardo, insieme a Francesco Giunta, l’amico e produttore dell’album, e i diversi artisti e musicisti che hanno lavorato con lui, ha presentato dal vivo alcune delle tracce presenti in “Sale di Sicilia”, un album (prodotto da Rai Trade) che celebra, quindi, i suoi trent’anni di rapporti e di scambi con questa terra: «Mi sento in debito con questa terra - ha dichiarato il cantautore - alla quale ho rubato colori, sogni, respiro. Forse quest’album ha il significato di un’offerta, seppure inadeguata. Il Sale a cui mi riferisco non è, come potrebbe sembrare, il sale delle saline presenti numerose in Sicilia ma bensì una metafora con la quale intendo sottolineare l’ingegno, l’intelligenza e il carattere del popolo siciliano». Insieme alla voce di De Angelis, nell’album sono presenti diversi duetti, collaborazioni e omaggi di ospiti “illustri” siciliani: fa la sua comparsa infatti il poeta e scrittore Andrea Camilleri che introduce “Spasimo” brano di chiusura del cd, nel quale trova spazio anche Franco Battiato che ci regala una versione inedita del suo brano “Stranizza d’amuri” con cui chiude il brano, Mimmo Cuticchio e il figlio Giacomo i quali recitano il cuntu e la narrazione del brano Abele insieme a un altro grande personaggio qual è Neri Marcorè, la cantautrice palermitana Aida Satta Flores con la quale Edoardo duetta in "Benedetta", l’amico Francesco Giunta con cui canta in "Alloro", brano questo in cui si racconta la trentennale amicizia tra i due.

Tanti inoltre i musicisti siciliani che hanno collaborato alla realizzazione di questi quindici brani: si va dal cantante Mario Incudine, che firma i testi di “Sale di Sicilia” e “Speranza disperata”, il sassofonista Francesco Cafiso, il pianista, fisarmonicista Antonio Vasta, il percussionista Salvo Compagno, il violoncellista Carmelo Nicotra, il contrabbassista Luca Lo Bianco, il percussionista e cantante corale Massimo La Guardia, la cantante Laura Mollica e tanti altri ancora. "Sale di Sicilia" può essere acquistato nei migliori negozi di dischi al prezzo di 15 euro e segna un deciso ritorno verso le origini del Folkstudio, verso colori e suoni della musica popolare e dei suoi strumenti caratteristici.

ARTICOLI RECENTI