IL SOGNO ROSANERO

HomeMagazineSport

Silvio Baldini: “menomale che gennaio è finito”

Ventiquattresima giornata, 25 gennaio 2004, Palermo-Salernitana 0-2

  • 26 gennaio 2004

Il titolo di questa ottava puntata esprime esattamente il mio pensiero che, guarda caso, coincide con una frase pronunciata ieri pomeriggio dal tecnico rosanero, Silvio Baldini: “…menomale che gennaio è finito!”. E non credo che sia tanto difficile capire i motivi di questa affermazione: il Palermo ha collezionato tre sconfitte e una sola vittoria nelle quattro partite giocate in questo primo mese del 2004 e l’ultima proprio ieri, in casa, contro la Salernitana….una formazione nettamente inferiore (purtroppo solo sulla carta) a quella che ogni domenica seguiamo con passione.

Dunque, i malumori crescono: questa sconfitta non se l’aspettava proprio nessuno, soprattutto dopo l’arrivo in settimana di alcuni giocatori, due dei quali giunti dalla Serie A, a rinforzare l’organico; Zamparini ha fatto l’ennesimo regalo al pubblico palermitano, chiamandolo a raccolta al Renzo Barbera che, infatti, ieri, in occasione della ventiquattresima giornata del campionato di Serie B, si presentava una vera e propria bolgia di ombrelli ed impermeabili. I due gemelli Filippini (..di cognome), freschi freschi di Serie A, sono subito andati in campo e tutti, me compreso, si aspettavano una bella vittoria che facesse tornare definitivamente il sorriso sulle labbra al tecnico, ai giocatori e al generoso e vulcanico presidente; invece, una Salernitana grintosa e cinica, ha chiuso tutti i varchi e ha colpito in contropiede, portandosi via una vittoria meritata e lasciando l’amaro in bocca ai 30.000 tifosi assiepati sugli spalti.

Le sconfitte non fanno piacere a nessuno, questo è innegabile…e lo sta a dimostrare il clima poco idilliaco che si è venuto a creare, soprattutto in seguito ad un “poco cordiale” scambio di battute tra Baldini e Zamparini; qust’ultimo si aspetta di più dalla squadra e se la prende con il tecnico il quale risponde di essere certo che si tratta solo di un brutto momento che passerà presto… La posizione in classifica, nel frattempo, non è cambiata poi di tanto: il terzo posto è nostro e qualche punto di vantaggio su chi ci insegue c’è ancora; certamente tutti ci auguriamo che abbia ragione Baldini…del resto, gennaio finalmente è finito e dalla prossima partita si può ricominciare a vincere e a sognare…(e qui sono ammessi tutti gli scongiuri del caso).

ARTICOLI RECENTI