RICETTE

HomeMagazineFoodRicette

Margherita è la sua musa ispiratrice: la "pasta c'anciova" è una delizia per il palato

È un piatto legato alla tradizione culinaria siciliana, che tiene dentro ogni forchettata il sole e il mare della Sicilia. Vi è venuta voglia di provare a cucinarla?

Balarm
La redazione
  • 16 giugno 2020

Pasta c'anciova e muddica atturrata (foto Facebook)

Se amate i piatti tradizionali siciliani dovete assolutamente provare la pasta c'anciova e muddica atturrata (pasta con acciughe e pangrattato tostato), un piatto povero palermitano semplice e gustoso che sprigiona un profumo irresistibile.

La ricetta è conosciuta anche come "pasta a Milanisa", perché si racconta che gli emigrati siciliani al nord l'avessero realizzata per sostituire la pasta con le sarde, ma utilizzando gli ingredienti reperibili nelle grosse città del nord lontane dal mare.

Esiste però anche l'ipotesi che questa fosse la pasta dei braccianti e dei contadini, che grazie alla trasportabilità degli ingredienti e al suo modo facile e veloce veniva preparata durante la pausa dal lavoro.

Insomma a pasta c’anciova è buonissima e va preparata usando i bucatini o meglio ancora il formato "Margherita" che accoglie in maniera deliziosa il condimento composto dall'estratto di pomodoro, che sa di terra e di sole cocente della Sicilia e quello un po' pungente e forte dell'anciova (cioè l’acciuga sotto sale) che sa di mare.



Uno scontro e incontro tra dolce e salato che viene equilibrato da una spolverata di muddica atturrata (pangrattato abbrustolito) e la dolcezza della passolina e dei pinoli, che rendono il piatto perfetto.

Per preparare la pasta c'anciova e muddica atturrata (per 4 persone) occorrono i seguenti ingredienti:

-
400 gr di bucatini o margherita;
- mezza cipolla;
- uno spicchio d'aglio;
- 8 acciughe salate;
- 200 gr di estratto di pomodoro;
- 100 gr di pangrattato;
- una manciata di passolina e pinoli;
- olio extra vergine d'oliva;
- sale;
- pepe.

Procedimento:

Tritate finemente la cipolla e soffriggetela nell'olio. Appena appassita unite l'aglio e i filetti d'acciuga (precedentemente privati di spine e sciacquate). Continuate a soffriggere facendo sciogliere l'acciuga a fiamma bassa.

Aggiungete ora l'estratto di pomodoro e un po' di acqua calda (uno o due bicchieri) e mescolate. Unite la passolina (che avrete tenuto per un po' in acqua) e i pinoli. Aggiustate di pepe secondo i vostri gusti e lasciate cuocere per circa un quarto d'ora, fino a quando la salsa sarà abbastanza densa.

Nel frattempo in una padella piccola mettete un po' di olio e il pangrattato con pepe (facoltativo) e mettetela sul fuoco a fiamma bassa mescolando con un cucchiaio di legno fino a quando non raggiunge un colore ambrato. Togliete dal fuoco, a "muddica atturrata" è pronta.

Cuocete la pasta e scolatela al dente, rimettetela nella pentola con parte della salsa e mescolatela. Distribuitela nei piatti e finite di condirla prima con la salsa rimasta e poi con una spolverata di pangrattato.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI