STORIE

HomeMagazineLifestyleSocietà

Nata negli anni '30 per bisogno, poi diventò di moda: l'Autista fa digerire pure le pietre

Gli autisti dei bus di Palermo mangiavano male e stavano molto tempo seduti quindi avevano problemi di digestione, così un barista inventò questa esplosiva bevanda

Alessia Rotolo
Giornalista
  • 22 febbraio 2020

Il bar "Al Pinguino" di Ruggero Settimo dove venne inventato l'Autista

La leggenda narra che la bevanda tutta palermitana dell'Autista («mi piace definirla un ruttativo», dice lo scrittore Gaetano Basile), nacque per dare sollievo agli autisti delle linee dei pullman antesignane dell'Amat, che negli anni '30 si chiamavano Bazzan & Ferruzza.

Gli autisti mangiavano male e non facevano molto movimento perché seduti per diverse ore davanti al volante dei bus in giro per la città, così erano molti ad avere problemi di digestione.

Accadde dunque che, dopo l'ennesimo autista che entrò nel bar disperato perché non riusciva proprio a digerire, uno dei baristi dello storico bar di Palermo "Il Pinguino" di via Ruggero Settimo, mescolò insieme sciroppo di arancia, sciroppo di limone, selz e un pizzico di bicarbonato, dando sollievo immediato al povero malcapitato.

Tanta fu la soddisfazione del signore che fu lui stesso a spargere la voce in giro per tutta Palermo, soprannominando quella bevanda con lo storico nome de "l'autista".



Dopo diversi decenni, il super digestivo divenne di moda tra i giovani rampolli della Palermo bene e così l'Autista ebbe un boom tra gli anni ’70 e la fine degli anni ’80 quando prima di rientrare a casa tutti facevano sosta al Pinguino.

«Una caratteristica del Bar Pinguino di Palermo - aggiunge Basile - è che era senza porte perché era sempre aperto, 24 ore su 24».

Purtroppo il bar a causa della crisi economica, chiuse i battenti nel 2014, ma in città c'è ancora qualcuno che continua la tradizione e fa l'autista, come ad esempio i due chioschi, quello che si trova in piazza Beati Paoli al Capo e quello che invece si trova in via Crispi vicino alla piazza della Pace al Borgo Vecchio.

Avvertenze per l'uso della bevanda: dopo aver versato il selz e un pizzico di bicarbonato bisogna essere veloci, anzi velocissimi a buttarla giù: l’effetto digestivo immediato è assicurato.

ARTICOLI RECENTI