IDEE

HomeMagazineLifestyle

Palermo e i suoi disagi raccontati con i Playmobil: sui social la satira in vignette

Il progetto di Palermobil non ha grosse pretese, ha una dimensione hobbistica ma crescerà grazie alle inesauribili fonti di ispirazione: Palermo e i palermitani

Giuliana Imburgia
Giurista e fashion addicted
  • 15 ottobre 2018

Il turista che si ritrova ad aspettare un autobus che non passa mai fino a diventare anziano e barbuto, commentare la vista di montagne di spazzatura per strada, la gentile figura del posteggiatore abusivo, i conti che non "appattano" mai.

I disagi che ogni giorno vive un palermitano oggi sono raccontati sui social dalle divertenti vignette dei personaggi di Palermobil.

Il progetto Palermobil (qui la pagina facebook) nasce a Palermo da un’idea di Pietro Puleo, 45 anni, e Maurizio Orlando, 47 anni, ed ispirata al mondo plastico dei famosi personaggi Playmobil creati in Germania negli anni Settanta da Horst Brandstaetter e Hans Beck.

«Il mondo di Palermobil - racconta Pietro - è un luogo che cerca di raccontare il disagio che vivono ogni giorno i palermitani nella loro amata/odiata Palermo. Una città piena di contraddizioni, Capitale della Cultura, ma piena di plastica in tutte le sue forme, anche quelle facciali, come diciamo noi».

Le vignette di Palermobil, non si prefiggono lo scopo di un sorriso fine a sè stesso, ma raccontano i luoghi comuni dei palermitani, le discrasie territoriali dovute alla presenza contemporanea di legalità e illegalità.

Sono dei veri e propri spot satirici sulle inefficienze a cui probabilmente un po’ tutti, ormai, ci siamo abituati, ma che se osservate meglio lasciano sempre una sensazione di amarezza e sconforto.

«Da piccoli giocavamo con questi simpatici giocattoli utilizzando i numerosi accessori a disposizione che permettevano di costruire intere città, e costruivamo le nostre città ideali - continua - La fantasia ci permetteva di giocare tutto il giorno immaginando una città che funzionava, sforzandoci di montare tutti i pezzi nel verso giusto per vedere realizzate le nostre visioni, i nostri sogni».

«I personaggi di Palermobil hanno una missione, quella di portarci attraverso la satira ad una realtà che può farci riflettere sulla nostra condizione attuale, riportandoci bambini».

Il progetto Palermobil non ha grosse pretese, è un progetto che attualmente ha una dimensione hobbistica, ma promette bene per la sua crescita per via delle fonti di ispirazione: Palermo e i palermitani.

articoli recenti