ATTUALITÀ

HomeMagazineTerritorioAttualità

Palermo, il "no" al razzismo è marchiato sui muri di Ballarò: gli artisti lo dicono in video

Un murale realizzato dall’artista Ales riproduce il volto dell'afroamericano ucciso negli Usa: in un video il coro di oltre 200 persone che chiedono "giustizia per George"

Balarm
La redazione
  • 4 giugno 2020

Anche Palermo si unisce alle manifestazioni di dissenso per l’uccisione dell’afroamericano George Floyd, simbolo dell'anti-razzismo. E lo fa con un murale realizzato nel cuore di Ballarò dall’artista palermitano Ales che riproduce il volto di George e con un video corale pubblicato sulla pagina Facebook del rapper Cristian Paterniti, in arte Picciotto.

Sono più di duecento le persone, tra artisti e gente comune, chiamate a raccolta dal rapper per realizzare questo video che anticipa la manifestazione di venerdì 5 giugno in cui si festeggiano i dieci anni dalla nascita di piazza Mediterraneo a Ballarò.

Tutto per ricordare che Palermo dice "No al razzismo" e chiede "Giustizia per George".

VIDEO RECENTI