AMBIENTE

HomeMagazineSocietàAmbiente

Panchine, alberi e nuovi giochi: quali sono le aree verdi di Palermo che si rifanno il look

Il Comune ha appena presentato un piano che prevede la riqualificazione di diverse aree verdi cittadine con lavori per due milioni: ecco i dettagli e i luoghi interessati

Balarm
La redazione
  • 29 ottobre 2020

Il Palazzo della Zisa a Palermo

Le aree verdi di Palermo si rifanno il look. Il Comune ha presentato un piano che prevede la riqualificazione di diverse aree verdi cittadine con lavori per due milioni.

Un progetto che, nel suo complesso, porterà alla pulizia delle aree e all'abbellimento delle stesse (sono 560 mila gli euro già spesi per pulizia e manutenzione straordinaria).

Il progetto, che prende il nome di “PAPA 188” - inserito nel Patto per il Sud - è stato illustrato in videoconferenza dal sindaco, Leoluca Orlando, dall’assessore al Verde, Sergio Marino e dal presidente di Re.Se.t., Antonio Perniciaro Spatrisano.

A disposizione dell'amministrazione comunale - riporta una nota stampa - ci sono, 393.656 euro per l'acquisto di 16.000 piante di cui circa 2.000 alberi; 159.590 euro per giochi, panchine, cestini e per sgambature cani, reti metalliche, cancelletti, pavimentazioni in tufina e orlature.

Infine, 388.329 euro per la manodopera necessaria alla manutenzione del verde ed al montaggio degli arredi. Sono queste le cifre dell’intervento di riqualificazione delle aree a verde urbane e suburbane degradate, in parte già realizzato, a cura della Re.Se.T.



Poco meno di diecimila piante (9.561) riguardano gli svincoli (Oreto, Bonagia, Ernesto Basile, Calatafimi, Pitrè, viale Lazio, via Belgio, rotonda via dell’Olimpo), vie cittadine ed aiuole spartitraffico distribuite in tutta la città.

Particolare attenzione è stata posta in alcune vie, quali la via Emerico Amari, dove in vista di una pedonalizzazione, è prevista la piantumazione di 63 arance amare. Sono state individuate, inoltre, 3 aree di sgambatura cani nell’area di via Guglielmo il Buono (Zisa), Parco Tindari (Borgo Nuovo) e via Lanza di Scalea (Zen).

Infine, oltre a panchine e cestini in varie aree, è previsto l’inserimento di giochi per bambini in via Paladini, via Giraffa, via Tindari, via de Gobbis, via Smith, via Matera.

Il cronogramma verrà definito a breve, ma è già stato reso noto che l'intervento si svilupperà lungo tutto il 2021 per rispettare i periodi più adatti per la piantumazione.

«Un intervento significativo e imponente – ha sottolineato il sindaco - per la riqualificazione del verde cittadino in tutti i quartieri con la soddisfazione di un lavoro che, dalla progettazione fino alla materiale piantumazione degli alberi e alla loro cura, sarà interamente gestito dal comune, dagli uffici dell'area del verde e dalla Reset. Tutto questo conferma la bontà di un lavoro durato anni perché finalmente adesso darà i suoi frutti».

Per l'assessore al Verde «le 5 aree sono ben distribuite lungo tutta la città, alcune di particolare interesse come il parco Tindari o la via Paladini, ma anche la via Arduin all'Addaura.

Sono particolarmente grato a tutti i dipendenti del Comune che in questi mesi si sono impegnati perché questo progetto vedesse la luce. Un progetto che in modo molto significativo a unito e metto a frutto competenze diverse, tutte unite da una grande passione e amore per la città».

«Un punto importante – ha sottolineato il presidente di Re.Se.T - riguarda le gare da fare per gli acquisti. Per quanto riguarda le piante, oltre i 210 mila euro, sussiste l’obbligo di espletare gare a livello europeo e ciò richiede tempi piu lunghi, vale a dire - dalla deposizione del capitolato tecnico di gara - circa 45 giorni per l'aggiudicazione».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI