AMBIENTE

HomeMagazineTerritorioAttualità

Sembra un vulcano in eruzione: lo scatto di Monte Cofano che brucia è un colpo al cuore

Le immagini terribili vedono protagonista il rogo su Monte Cofano, andato a fuoco nella notte tra il 29 e il 30 luglio. "Un atto criminale", lo ha definito il sindaco di Custonaci

Balarm
La redazione
  • 30 luglio 2020

L'incendio su Monte Cofano (foto Facebook)

Un colpo al cuore di quelli che lasciano il segno. Nelle ultime ore il rogo su Monte Cofano ha trasformato la montagna che si affaccia sul golfo di Cornino (in provincia di Trapani) in un vulcano in eruzione. Le immagini hanno fatto il giro dei social facendo indignare e intristire tutti i siciliani, e non solo.

L'allarme è scattato la sera del 29 luglio poco prima delle 21.00. Secondo le prime fonti, il rogo sarebbe nato da almeno quattro punti differenti all'interno della riserva che - ricordiamo - è sottoposta a vincolo. "Un atto criminale", lo ha definito il sindaco di Custonaci, Giuseppe Morfino.

«Le foto di stanotte con Monte Cofano in fiamme fanno rabbrividire, ci deprimono e ci sconfortano profondamente - ha dichiarato il presidente di Legambiente Sicilia, Gianfranco Zanna -. Le alte fiamme che hanno avvolto tutta la riserva naturale hanno trasformato la montagna a picco sul mare in un vulcano in eruzione, pronto ad esplodere.

Un altro, l'ennesimo, pezzo della nostra bellezza è andata in fumo. Chissà quanti anni ci vorranno per farlo rivivere. Ma chi vuole tutto questo? Chi sono questi assassini di futuro? Chi continua a seminare odio per la nostra terra, per il nostro patrimonio naturalistico?».

ARTICOLI RECENTI