STORIE

HomeMagazineTurismoDiari di viaggio

Sono compagni di viaggio e di vita: Veronica e Francesco i catanesi che di mestiere girano il mondo

Guardi il loro seguitissimo Blog e ti viene una volle matta di viaggiare. Anche Licia Colò, li ha voluti in qualità di esperti web e travel blogger nel programma "Il mondo insieme"

Claudia Rizzo
TV producer
  • 18 aprile 2021

Veronica Milano e Francesco Di Blanca in Australia

Sarà vero che il "mondo è un libro e chi non viaggia ne legge soltanto una pagina"? A quanto pare sì. Quantomeno per Veronica Milano e Francesco Di Blanca, àlias Positivitrip, che da anni hanno deciso di sfogliare il più grande romanzo d'avventura che abbiamo fra le mani, facendone una personale e accattivante recensione attraverso un seguitissimo blog.

Catanesi di nascita, cittadini del mondo e amanti curiosi della vita, Veronica e Francesco si sono conosciuti quando avevano solo otto anni e da quel momento non si sono mai più lasciati. Compagni di vita e di lavoro, ma «soprattutto migliori amici e anime gemelle», hanno cominciato a viaggiare per passione durante le ferie, dispensando consigli a chi li richiedeva. Per poi decidere, un bel giorno, di mollare tutto e farne un mestiere.

Dopo anni trascorsi fra lavori e lavoretti vari ed eventuali, dedicandosi a ciò che in realtà non li faceva sentire appagati, a un certo punto si sono ascoltati con sincerità e si sono detti «La nostra vita fa schifo». Da lì, quindi, hanno deciso di prenderla di petto e di scegliere la direzione verso cui in realtà volevano andare: trasformare il loro più grande amore, il viaggio, in un lavoro «a tempo indeterminato».



Non uno schiocco di dita, ma tanto impegno e coraggio sono stati gli ingredienti essenziali per la realizzazione del loro ambizioso progetto, che ancora oggi portano avanti con dedizione e serietà e che finalmente li fa sentire «felici e soddisfatti».

Dalla Sicilia a Milano e poi a Londra per imparare l’inglese, la svolta vera è avvenuta col biglietto di sola andata per l'Australia, dove hanno vissuto per due anni, girandola in lungo e largo con un furgone trasformato in «una casa a quattro ruote» con le loro stesse mani.

«È stata un’esperienza fantastica, ma anche faticosa perché lavoravamo e studiavamo allo stesso tempo, portando avanti quel percorso formativo, fra corsi e master in marketing, storytelling, fotografia e videomaking, che ci ha permesso di essere chi siamo adesso - raccontano -. In Australia abbiamo scoperto uno stile di vita leggero e un senso di libertà mai vissuti prima ed è questo che ci ha fatto desiderare ancor di più la nostra vita di oggi».

Saranno proprio i 45000 chilometri nella terra dei canguri, «guidati in libertà», a far crescere il numero degli appassionati seguaci sui vari canali social e a far arrivare le prime collaborazioni lavorative. Non ultima quella con Licia Colò, che li ha visti protagonisti «nella stagione 2018-2019 in qualità di esperti web e travel blogger» nel programma "Il mondo insieme".

Così a poco a poco il sogno di Veronica e Francesco ha preso forma e loro hanno potuto «offrire sempre più possibilità» ai sostenitori che li seguono da un capo all'altro del mondo, scegliendo luoghi in linea col proprio modo di viaggiare: se siete avventurosi, buone forchette (da bravi siculi ci tengono a precisarlo!) e amate viaggiare con leggerezza e in libertà, approfondendo tutti gli aspetti che un luogo offre, i due catanesi fanno proprio al caso vostro.

Tra l'altro non sono poche le esperienze da loro vissute e raccontate. L'ultima prima dello scoppio della pandemia li ha visti percorrere più di ventimila chilometri in giro per l'Europa, a bordo di un'utilitaria dove hanno montato una struttura in legno per dormire nelle notti più fredde. Da Catania a Capo Nord, passando per quattordici Paesi e venti città, sono stati in viaggio per 135 giorni, scoprendo luoghi, culture e persone che porteranno per sempre nel loro cuore.

E se è vero, come dice qualcuno, che "ogni viaggio lo vivi tre volte: quando lo sogni, quando lo vivi e quando lo ricordi", basta ascoltare i racconti entusiasti di Veronica e Francesco per trovarsi catapultati in questo o quell'angolo della terra in men che non si dica, vivendolo grazie al loro sguardo.

«Uno dei posti più profondi, che ci ha dato e lasciato tanto, è l’Indonesia perché lì le persone sorridono con sincerità e, pur non avendo nulla, condividono con gli altri il piccolo pezzo di pane che possiedono» - raccontano - «Siamo rimasti spiazzati di fronte alla loro cultura e al loro modo di intendere la vita e abbiamo iniziato anche noi a capire cosa contasse davvero e quali fossero le priorità nella nostra di vita».

«Viaggiare, e farlo attraversando in profondità la cultura degli altri, apre la mente, allarga gli orizzonti, insegna, sradica luoghi comuni e fa crescere»: sarà per questo che Veronica e Francesco non si sono mai arresi e hanno continuato a sognare, progettare e organizzare nonostante lo stop forzato imposto dal momento?

Ovviamente manca «incontrare persone, la banale libertà di andare a zonzo, il fascino della scoperta e l’appassionata voglia di vedere qualcosa di nuovo», eppure non hanno smesso di pianificare, grazie anche al sostegno dei loro follower che sono ormai degli amici.

Oggi, dal «monopositivo» (come chiamano il monolocale dove abitano in questo momento), stanno disegnando la mappa del loro prossimo progetto: «un viaggio in giro per l’Italia per scoprire città, borghi, paesi e paesaggi fuori dai radar turistici, così da far conoscere luoghi poco conosciuti ma incantevoli, evitando assembramenti» - dicono con un sorriso.

E non solo. Perché stanno anche organizzando dei viaggi di gruppo per l’estate, con itinerari pensati da loro, ma organizzati da tour operator: Islanda, Marocco, Isole Eolie e tanto altro, tutti da visitare con degli accompagnatori d’eccezione.

Insomma, non ci rimane che prenotare oppure, per chi non se la sente ancora, allacciare le cinture e viaggiare attraverso i loro occhi e perdersi nel loro blog, magari tracciando la rotta del nostro primo viaggio post pandemia grazie ai loro utilissimi consigli.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI