LIFESTYLE

HomeMagazineLifestyle

Torna l'ora legale: sonno e stress alle porte ma, in Sicilia, anche gite e bei tramonti

Lancette in avanti sugli orologi nella notte tra sabato 24 e domenica 25 marzo: diamo il benvenuto ai profumi della primavera e al caldo sole, ma attenzione al sonno

Mohamed Maalel
Booklover compulsivo
  • 23 marzo 2018

Come ogni anno ritorna l’ora legale. Domenica 25 marzo, alle due di notte, bisognerà spostare avanti di un’ora le lancette del proprio orologio, esattamente sulle tre in punto.

Ma attenzione: i moderni smartphone e gli accessori elettronici si aggiorneranno da soli, quindi non ci si dovrà preoccupare di muovere le “lancette” digitali.

Il consueto appuntamento porterà a dormire un po’ di meno, ma ci regalerà un’ora in più di luce.

Nonostante le basse temperature e le piogge che drammatizzano questo inizio di primavera siciliano, l’arrivo dell’ora legale è sempre legata ai pomeriggi in riva al mare, alle passeggiate culturali e agli itinerari nella natura. In altre parole, al bel tempo.

L’ora legale è stata oggetto di numerose discussioni e riflessioni circa i benefici e le problematiche legate al cambio dell’ora. Se da una parte il cambio porta a un maggior risparmio energetico, grazie alla presenza della luce naturale, dall’altra gli effetti sul proprio corpo non saranno da prendere alla leggera.
Adv
Il riposo potrà soffrire del cambiamento orario anche nei giorni successivi, a causa di un aumento dello stress e dell’affaticamento dovuto a un taglio repentino delle proprie ore di sonno.

È chiaro che un’anticipata preparazione atletica può abituare l’organismo all’imminente cambiamento: per esempio si può andare a letto prima del solito, o mangiare meno aumentando l’attività fisica.

L'ora legale è la convenzione di spostare avanti di un'ora le lancette degli orologi di un Paese per sfruttare meglio l'irradiazione del sole durante il periodo estivo. Di contro, il termine ora solare si riferisce all'orario statale usato durante il periodo invernale, quando esso coincide con quello del meridiano del fuso orario di riferimento, chiamato anche «ora civile convenzionale».

Per ragioni politiche in alcuni Paesi l'ora solare è stata sospesa e si adotta l'ora legale per tutto l'anno. In molti Paesi dunque, si utilizza una terminologia più diretta per designare l'ora legale, ovvero "orario estivo".

Nei Paesi dell'Unione europea, in Svizzera e in Norvegia l'ora legale ha inizio l'ultima domenica di marzo e termina l'ultima domenica di ottobre (quest'anno le lancette vanno indietro di un'ora il 29 ottobre).
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI