STORIE

HomeMagazineSocietàStorie

Ugo Forti, il medico di intere generazioni a Marsala: sempre puntuale (anche a 91 anni)

Ancora oggi, il dottore - un luminare contraddistinto da grande umanità e cortesia - apre ogni mattina il suo studio medico dove le persone lo aspettano per una visita o un consiglio

Jana Cardinale
Giornalista
  • 11 settembre 2021

Il dottor Ugo Forti

Puntuale, tutte le mattine alle 7, apre il suo studio medico in via Curatolo a Marsala, dove le persone lo aspettano o lo raggiungono, senza sosta, per una visita urgente o un consiglio.

E confidano nella sua preparazione, frutto di anni di esperienza, di passione per la medicina, di attenzione, di scrupolo e rispetto per i pazienti.

Il dottor Ugo Forti, 91 anni, otorinolaringoiatra laureatosi a soli 23 anni con il massimo dei voti, da quasi settant’anni svolge la sua attività di specialista, e per questo ha anche ricevuto, oltre all’affetto di generazioni di marsalesi, una targa ricordo da un sindaco della città, come attestazione di stima proprio per la sua attività professionale.

Dieci anni fa, nel 2011, anche l’Ordine dei Medici Chirurghi di Trapani gli ha conferito una targa per meriti professionali. È un luminare nel suo campo, contraddistinto da grande umanità, cortesia e disponibilità.

Con i professori Borghesan, Catalano, Cimino e Campailla, ha promosso e fondato il “Gruppo Siciliano di Orl, Audiologia e Foniatria”, organizzandone il 1° Congresso a Marsala nel 1971.



Tra i suoi meriti medici, quello di aver parlato per primo, dopo averla individuata, della forma virale dei tumori alla gola. Il caso era relativo a una giovane donna di Mazara Del Vallo e nello specifico riguardava un “reticolo-sarcoma tonsillare” trattato con terapia chirurgica e fisica.

Un caso risolto positivamente grazie alla diagnosi precoce e alla relativa terapia prescritta. Gli studi portati avanti allora sono conservati e agli atti della clinica otorinolaringoiatrica dell’Università di Palermo, utili a contribuire alla lotta contro un male terribile ancora adesso che nella maggior parte dei casi affligge e lascia inermi.

L’episodio oggi è solo un ricordo, uno dei tanti che costellano la carriera del dottore Ugo Forti, i cui tantissimi pazienti chiedono di continuare ad essere seguiti con la stessa, impagabile, perizia.

Una richiesta sottolineata in silenzio dalla presenza fin dalle prime ore del mattino nel suo studio medico, dove arrivano adulti e bambini, tutti i giorni feriali della settimana.

Da parte sua le stesse immutabili dedizione e pazienza di sempre, visite accurate e diagnosi a prova di infallibilità.

Medicina come stile di vita, dunque, e nel tempo libero, negli anni, anche grande interesse e attenzione per la cultura: ha frequentato teatri, rassegne e manifestazioni di spessore, seguendo il figlio Claudio, medico, scrittore e drammaturgo, impegnato in tantissime iniziative da autore.

È un signore d’altri tempi il dottore Forti, che continua a esercitare la professione medica per passione e per lenire le sofferenze di chi vi si rivolge con fiducia. Ogni mattina avvia la sua attività con lo spirito di un missionario che mette la propria conoscenza al servizio di chi ha bisogno.

Una grande umanità lo guida e la profonda conoscenza della materia, grazie alla quale esegue le visite con apparecchiature e strumenti che riesce magistralmente a maneggiare per la prevenzione, la diagnosi e la terapia delle patologie che interessano orecchie, naso e gola.

E recentemente, in occasione di una campagna di sensibilizzazione al vaccino anti Covid-19 nell’ottica della prevenzione e del rallentamento della diffusione della pandemia, avviata dal Comune di Marsala, con autorevolezza e semplicità, ha detto la sua, ricordando l’importanza dello stesso, e di tutti i vaccini che nel tempo hanno aiutato l’umanità a sconfiggere gravi malattie quali la polio, la difterite, il vaiolo.

Un inno alla medicina, alla scienza, alle quali ha consacrato la propria vita senza mai dimenticare l’ascolto delle persone, con una disponibilità tanto rara quanto genuina.

E quando gli si chiede: «Dottore, come fa ad essere ancora presente ogni mattina, come da tantissimi anni, al suo studio?», risponde: «Non lo so, ma so che non so fare a meno del mio lavoro che è stato ed è la mia vita. E se provo a sospendere per un giorno o due, a casa non resisto. E torno».

E torna ad essere punto di riferimento, a donare il proprio tempo, il proprio rigore dolcissimo, la propria eleganza, consapevole dei suoi tanti anni che suscitano meraviglia.

«Andrò via sereno – dice – riuscendo inevitabilmente a commuovere – nella vita non ho mai fatto male a nessuno».

Tutt’altro: ha fatto del bene, senza mai pensare ad altro che a questo e forse ben prima che ad ogni parcella, non richiesta a chi sta male ed è, magari, anche in difficoltà economiche.

Il dottore Ugo Forti è un esempio di abnegazione ed altruismo. Non si risparmia, mentalmente e fisicamente, e il prossimo mese di marzo compirà 92 anni, gustando, probabilmente, uno dei suoi dolci preferiti, il profitterol.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI