MOBILITÀ

HomeMagazineTerritorio

Un nuovo parcheggio a Palermo: 30 posti alla Stazione Centrale (ma aiutano poco)

Un quarto d'ora di sosta gratuita grazie al "Kiss & ride", aperto dalle 5 del mattino fino all'una di notte, video sorvegliato 24 ore: Palermo ha un nuovo (piccolo) parcheggio

Giulio Di Chiara
Urbanista e progettista
  • 22 febbraio 2018

La rampa che conduce al parcheggio della Stazione di Palermo (foto: Giulio Di Chiara)

Da ieri sono disponibili 33 nuovi posti auto nei pressi della Stazione Centrale di Palermo. Ha inaugurato infatti “Kiss & Ride" (bacia e parti), il nuovo parcheggio annesso al nuovo terminal dei bus, in fase di costruzione.

L’area definita di recente è accessibile da via Fazello, una traversa di via Oreto che affianca i binari, e consentirà soste a tariffa oraria e giornaliera.

Il nome “Kiss & Ride” ricalca lo stile dei parcheggi in aeroporto, concepiti per consentire un saluto veloce al parente in partenza e la sosta entro i 15 minuti, infatti, è gratuita.

Attraverso una rampa carrabile si potrà accedere al parcheggio dalle cinque di mattina fino all’una di notte e l’ingresso è governato da una barra automatica e videosorvegliato 24 ore su 24.

È previsto anche uno stallo dedicato alle donne in gravidanze e alle persone a mobilità ridotta.

Questo intervento rientra nel più grande progetto “Grandi Stazioni” che oltre al terminal dei bus già citato, ha previsto il rifacimento delle zone pedonali antistanti la Stazione Centrale, per un investimento complessivo di 3 milioni e mezzo di euro.

Questa infrastruttura si inserisce tra le opere di mobilità ad interscambio modale e sarà gestita da personale “Metropark”, società del gruppo FS Italiane.

Si tratta di un fiore all'occhiello per il nuovo terminal e non per la città: una volta definiti i lavori infatti Palermo avrà una valida zona di interscambio ma di fatto, l'area di parcheggio fatta a corredo di questa non risolverà i problemi di parcheggio in centro storico in quanto, appunto, sono solo trenta posti.

La vera opera è infatti il terminal dei bus: l'area destinata ai parcheggi era limitata in termini di spazio e inoltre non è stata pensata come un'opera strategica di servizio agli automobilisti.

articoli recenti