INIZIATIVE

HomeMagazineTerritorio

Una piazzetta arcobaleno a Palermo per dire che "famiglia" è quella dove c'è amore

I sei laboratori artigiani di Alab di piazza Aragona dopo la manifestazione di Verona hanno esposto nelle vetrine le bandiere rainbow e hanno costruito una panchina

Alessia Rotolo
Giornalista
  • 29 aprile 2019

Davide Calafato e Giulia Tortorici alle prese con la panchina rainbow in piazzetta Aragona

Gli artigiani Alab di piazzetta Aragona a Palermo sono stati sempre sensibili a diverse tematiche sociali: dall'ecologia, alle pedonalizzazioni, alla inclusione sociale, passando per il sostegno al Pride.

Dopo la manifestazione di Verona col congresso mondiale delle famiglie, dove i cattolici hanno rivendicato che l'unica famiglia è quella tradizionale, un moto di risposta immediato è partito dalla piccola piazza dove tutte le botteghe hanno esposto le bandiere raimbow simbolo in tutto il mondo del Pride e del messaggio che una "famiglia" è quella dove c'è amore, qualunque sia la sua formazione.

Oltre alle bandiere i sei laboratori artigiani di piazza Aragona: Laboriuso, Ciatu, Insimulab, Fattu ri mani, Fuori piombo e Piccola fabrica, dove lavorano circa 15 artigiani palermitani dai 34 ai 55 anni, hanno anche regalato alla piazza una panchina a forma di Xilofono dai colori dell'arcobaleno. Nello specifico ad occuparsi della costruzione è stato Davide Calafato artigiano con il marchio Craclè e dipinta da Giulia Tortorici in arte: Scucivola.

Gli artigiani circa due anni fa hanno avviato una raccolta firme tra i residenti, e un lungo processo burocratico, sono riusciti a trasformare la piazzetta che si trova tra via Alessandro Paternostro e piazza Croce dei Vespri, da parcheggio selvaggio a piazzetta pedonale dove crescono piante e dove i bambini giocano in tranquillità. Oltre alla panchina hanno regalato piante colorate, una libreria con libri a disposizione di tutti e contribuiscono a tenere la piazza pulita.

articoli recenti