AMBIENTE

HomeMagazineTerritorio

Goletta Verde: la sentinella dei mari di Legambiente approda in Sicilia

La storica Goletta Verde di Legambiente prosegue il tour per il monitoraggio delle acque mediterranee e approda in Sicilia, con una serie di iniziative a difesa del nostro mare

Nicoletta Fersini
Collaboratrice di Balarm
  • 12 luglio 2017

Il tour 2017 della Goletta Verde di Legambiente approda in Sicilia, dal 12 al 15 luglio, con un ricco programma di eventi nelle tre tappe a Palermo, Capo d’Orlando e Ustica.

La Sicilia è la settima regione toccata dal tour della storica imbarcazione che, come ogni anno, percorre le coste della penisola per monitorare la qualità delle acque marine e per denunciare le illegalità ambientali, l’inquinamento, la scarsa e inefficiente depurazione dei reflui, le speculazioni edilizie, la cattiva gestione delle coste italiane, le trivellazioni di petrolio.

Questioni antiche, ma purtroppo sempre attuali, che continuano a interessare in particolar modo il Canale di Sicilia.

Il tour, composto da 21 tappe, è realizzato grazie al sostegno del CONOU, Consorzio nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati, e dei partner tecnici Aquafil, Novamont e Nau!.

Il viaggio della Goletta Verde quest'anno si arricchisce di ulteriore valore, in seguito alla partecipazione di Legambiente alla Conferenza mondiale degli Oceani all’Onu con un dettagliato focus sul Mediterraneo: un importante documento che raccoglie i dati di 30 anni di ricerche e rilevamenti, con un pacchetto di proposte volto a risolvere i problemi relativi all'inquinamento.

Come sempre Legambiente coinvolge direttamente i cittadini e i turisti, ai quali chiede di segnalare qualsiasi tipo di anomalia o situazione presumibilmente dannosa o illegale con il servizio"SOS Goletta": basta effettuare le proprie segnalazioni all'indirizzo sosgoletta@legambiente.it, complete di descrizione, indirizzo e indicazioni utili per i tecnici che possono, così, approfondire il proprio lavoro di monitoraggio delle acque e sporgere le denunce alle autorità competenti.

articoli recenti