VISITE ED ESCURSIONI

HomeEventiVisite Ed Escursioni

Metti una notte al Teatro Massimo: le visite serali al terzo teatro più grande d'Europa

  • Restart 2021
  • Teatro Massimo - Palermo
  • Dal 9 luglio al 28 agosto (venerdì e sabato) (evento concluso)
  • Dalle 19.00 alle 23.30
  • 3 euro (online), 4 euro (direttamente sul posto)
  • Biglietti acquistabili online oppure (se disponibili) direttamente sul posto a partire dalle ore 18.00. È attivo il delivery ticketing inviando una mail a info@restartpalermo.it per il pagamento in contanti e il recapito del biglietto a domicilio (con 1 euro aggiuntivo)
Balarm
La redazione

Teatro Massimo

Collocato nel centro vitale di Palermo, il Teatro Massimo è opera dell’architetto Giovanni Battista Filippo Basile e grazie a RestART, il festival che dal 2 luglio al 28 agosto apre in notturna alcuni dei siti culturali più belli e più importanti della città, diventa frubile nelle sere d'estate.

Posto lungo la principale direttrice che attraversa la città, esso occupa una superficie di circa 7700 metri quadri, e domina in maniera imponente il centro della città. È il principale teatro lirico della città di Palermo, oltre che il terzo teatro più grande d'Europa, dopo l'Opéra National di Parigi e la Staatsoper di Vienna.

Gli appuntamenti per visitare in notturna il Teatro Massimo sono in programma dal 9 luglio al 28 agosto, ogni venerdì e sabato, con ingressi contingentati ogni 30 minuti prenotando il proprio ticket online sul sito della manifestazione oppure (se disponibile) direttamente sul posto a partire dalle ore 18.00.



Per chi non usa la carta di credito è possibile usufruire del delivery ticketing inviando una mail a info@restartpalermo.it e richiedendo il recapito del biglietto a domicilio e il pagamento in contanti a domicilio (con 1 euro aggiuntivo).

Di gusto neoclassico-eclettico, il teatro sorge sulle aree di risulta della chiesa delle Stimmate e del monastero di San Giuliano che vennero demoliti alla fine dell'Ottocento per fare spazio alla grandiosa costruzione.

La simmetria compositiva attorno all'asse dell'ingresso, la ripetizione costante degli elementi, come colonne e finestre ad archi, la decorazione rigorosamente composta, definiscono una struttura spaziale semplice ed una volumetria chiara, armonica e geometrica, d'ispirazione greca e romana.

I riferimenti formali di quest'edificio sono, oltre che nei teatri antichi, anche nelle costruzioni religiose e pubbliche romane quali il tempio, la basilica civile e le terme soprattutto nello sviluppo planimetrico dei volumi e nella copertura.

Sul frontone della facciata si può leggere il motto: "L'arte rinnova i popoli e ne rivela la vita. Vano delle scene il diletto ove non miri a preparar l'avvenire".
Se vuoi essere informato su altri eventi come questo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

COSA C'È DA FARE