Cinema & tv

HomeFormazioneCinema & tv

Da Roma a Palermo per imparare l'arte del doppiaggio: la Scuola diventa realtà

Gli allievi Erica, Manuel ed Ettore raccontano l'esperienza dei corsi di doppiaggio di Scuola di Cinema Sud e perché hanno scelto Palermo per imparare questa arte

Balarm
La redazione
  • 9 febbraio 2018

Il doppiatore Massimo Corvo

Da tutta Italia giovani e meno giovani arrivano a Palermo per diventare doppiatori: un'arte attoriale che basa tutto sull'interpretazione e sulla voce che fino a pochi anni fa poteva essere appresa solo nella Capitale, nei grandi studi televisivi e cinematografici.

Invece oggi è grazie alla Scuola Cinema Sud che imparare il doppiaggio diventa realtà nella calda Palermo e, a inaugurare i corsi di questa nuova disciplina il noto doppiatore Massimo Corvo che arriva nel capoluogo siciliano il 3 marzo.

Una serie di incontri e lezioni prende il via infatti a partire da quel giorno. Corvo è noto soprattutto per aver prestato voce a Laurence Fishburne nel ruolo di Morpheus nella trilogia di "Matrix", ad Harvey Keitel nel ruolo di Mr. White in "Le iene", ma anche al preside Skinner ne I Simpson.

A parlare dell'importanza dei corsi sono però direttamente gli allievi: Erica Prontera, Manuel Argento ed Ettore Vacca.

«Scuola Cinema Sud è ormai diventata una filosofia di vita - racconta Erica - e chiunque provi non può più stare senza. Mi sono trovata molto bene nel corso di recitazione ed ho voluto provare il laboratorio di doppiaggio. Lo trovo veramente divertente e a mio parere ogni allievo che si avvicina a un corso di recitazione, dovrebbe cimentarsi anche con il doppiaggio, almeno una volta nella vita».

Lei è tra le giovani che avranno l’opportunità di doppiare Belle de "La Bella e la Bestia" accanto a Massimo Corvo, premiato con il riconoscimento "Leggio d’oro voce cartoon" proprio per il doppiaggio della voce della Bestia.

Dotare una città come Palermo, in pieno fermento culturale, di una scuola di doppiaggio era doveroso secondo Manuel, altro studente che racconta con entusiasmo «Stavo raccogliendo i soldi per andare a Roma per frequentare uno stage con Massimo Corvo e addirittura adesso me lo trovo come docente».

Infatti era a Roma che si faceva il grande cinema ed era appunto lì che si potevano frequentare i più importanti laboratori di doppiaggio: una prerogativa (e un'arte) quasi tutta italiana che vede incontrarsi attori ma anche cantanti.

«Sono un cantante appassionato di musical e di doppiaggio - racconta Ettore, un altro allevo - quando ho letto che la Scuola Cinema Sud aveva organizzato un laboratorio di doppiaggio ho pensato di ritrovarmi a docenti di Palermo, semplici appassionati di doppiaggio, e invece solo dopo un colloquio conoscitivo ho appreso che i docenti sono doppiatori romani che verranno a Palermo, contattati da Giuseppe Paternò. Non potevo farmi scappare questa occasione e mi sono subito iscritto».

Per la prima volta Massimo Corvo terrà un corso a Palermo: è Giuseppe Paternò, direttore e fondatore della Scuola Cinema Sud a entrare in contatto con questo big dei doppiatori.

«L’ho trovato su Facebook e gli ho mandato un messaggio - spiega Paternò - chiedendogli se voleva aderire a questo ambizioso progetto. Ha voluto sapere chi fossi, ha visto il sito della scuola e i lavori fatti precedentemente e poi ha accettato. Quando l’ho sentito per la prima volta al telefono mi sembrava di parlare con Vin Diesel, o con uno dei tanti attori che ha doppiato, e pensavo soltanto che non vedevo l’ora di portarlo a Palermo».

Al momento gli allievi del laboratorio di doppiaggio stanno partecipando alle selezioni del concorso “Tonino Accolla”, che unirà tutte le scuola di doppiaggio italiane.

Il corso è indirizzato ad attori professionisti e a neofiti, semplici appassionati di recitazione ed è possibile iscriversi fino al 28 febbraio chiedendo il modulo di adesione sul gruppo facebook “laboratorio di doppiaggio scuola cinema sud Palermo” oppure attraverso il numero 329.4210252 o ancora visitando il sito di Scuola Cinema Sud.