TURISMO

HomeMagazineTurismo

Laghi, fiumi, torrenti e cascate: un bagno nelle sorgenti siciliane d'acqua dolce

Dalla provincia di Messina a quella di Siracusa: ecco i luoghi da visitare per scoprire gli scorci d'acqua dolce più belli e suggestivi della Sicilia, premiati da Tripadvisor

Balarm
La redazione
  • 4 settembre 2017

Se lo stretto legame tra la Sicilia e l'acqua salata è assodato e se pensando all'Isola l'associazione con il mare è immediata, un po' meno immediata è l'idea che tra un salto a San Vito e un bagno alla Riserva dello Zingaro ci si possa fare il bagno anche in alcuni preziosi scorci d'acqua dolce.

Sì, perché la Sicilia è fatta anche di specchi d'acqua dolce che diventano sempre più luoghi d'attrazione e punti di riferimento tanto per i siciliani che per i turisti. Un notevole incremento di visitatori è stato registrato, negli ultimi anni, alle Gole dell'Alcantara, parco fluviale che si snoda su una superficie di circa 1928 ettari. Il costo d'ingresso per gli adulti è di 3 euro, ma sono previste diverse riduzioni.

Altrettanto gettonate sono le Gole di Tiberio, un canyon naturale incastrato nelle Madonie. Alle Gole si accede gratuitamente e prenotando sull'apposito sito: è possibile navigare sul fiume, fare diverse escursioni ammirando le specie animali presenti e, naturamente, è possibile fare il bagno.

Altro posto dove passare una piacevole giornata è senza dubbio la Cascata delle Due Rocche a Corleone: lo scenario è spettacolare ed è possibile bagnarsi, cercando di stare sempre molto attenti.

Altrettanto bello è il Lago Maulazzo: un invaso artificiale di circa 5 ettari vicino Cesarò, nei cui dintorni si trova anche un'area attrezzata. Non ci sono costi d'ingresso e per arrivare (e fare il bagno) basta seguire il sentiero e godersi la bellezza della faggeta che lo circonda.

Uno dei luoghi più gettonati degli ultimi anni è la Riserva Naturale di Valle dell'Anapo (Sortino) l'ingresso è gratuito e all'interno della riserva è possibile fare il bagno sia nel fiume che nei vari laghetti che negli anni si sono formati grazie all'azione di quest'ultimo. A proposito di laghetti, è impossibile non citare la Riserva Naturale di Cavagrande del Cassibile (Avola), dove uno dietro l'altro si trovano laghi di piccole dimensioni, tutti incontaminati.

A Pantelleria, infine, i trova il Lago Specchio di Venere: alimentato dalle piogge e dalle sorgenti termali al suo interno, che raggiungono temperature intorno ai 40°/50°, il lago è un cratere naturale di un antico vulcano.

Non resta dunque che pianificare un'escursione per un giorno di vacanza diverso e lontano dalle acque salate: per quelle, si sa, in Sicilia si trova sempre il tempo.

articoli recenti