Cibo & cucina

HomeInformagiovaniCibo & cucina

Come "X-Factor" ma dedicato al vino: a Palermo il talent per i winelovers siciliani

C'è ancora tempo per candidarsi e e vincere oltre 50 litri di vino, bottiglie da collezione ed esperienze enoturistiche: al Sanlorenzo Mercato inizia "W (come Wine: vino) Factor"

Balarm
La redazione
  • 7 novembre 2018

"Per me è si", "Per me è no"" ma intanto si assaggiano i migliori vini di Sicilia: al Sanlorenzo Mercato prende il via "W-Factor", il primo talent per gli appassionati di vino.

Cosa si vince? Oltre 50 litri di vino nei vari incontri, premi prestigiosi come bottiglie da collezione ed esperienze enoturistiche e il libro di Elisabetta Musso, professionista dell’hub Digital Makers, "Leggete e bevetene tutti. Guida irriverente per allegri bevitori" edito da Dario Flaccovio.

Il gioco (un gioco serissimo e dedicato al mondo del vino ma è pur sempre un gioco) prevede la partecipazione di venti giocatori per sette cantine siciliane, una giuria di esperti, enologi, sommelier e giornalisti per selezionare il "wine master".

Il primo talent dedicato ai winelovers inizia mercoledì 14 novembre con le cantine Firriato tra giochi, incontri con produttori ed esperti, lezioni di enologia, degustazioni e aperitivi speciali, sotto la conduzione della giornalista e prima Executive Wine Master in Sicilia, Maria Antonietta Pioppo insieme ad ospiti di prestigio da tutto il mondo del vino siciliano.

Da qui partono sette incontri con altrettante cantine siciliane, durante i quali venti appassionati candidati, non professionisti, selezionati verranno giudicati da un gruppo di esperti per ogni incontro e si sfideranno in quattro prove tra il serio e il faceto per testare le proprie abilità.

Come si partecipa? La selezione dei concorrenti, che partecipano gratuitamente al gioco, è in corso e rimane aperta fino alla fine di dicembre: per accedere alla selezione basta rispondere a un breve test d’ingresso.

Tornando al calendario, gli altri incontri con le cantine sono con Rallo il 28 novembre, con Principe di Corleone il 12 dicembre, con Colomba Bianca il 9 gennaio, con Baglio di Pianetto il 23 gennaio, con Gorghi Tondi il 6 febbraio e infine con Donnafugata il 20 febbraio.

Si parlerà di come imparare a conoscere e distinguere vitigni e vini, di come scoprire come degustarli, di comprenderne le tecniche di lavorazione e affinamento, ma anche di mettere alla prova le proprie conoscenze, in un confronto aperto e diretto con esperti e produttori.

Ad ogni incontro, cinque concorrenti si sfideranno in quiz sul mondo del vino, semplici prove di servizio e stuzzicanti test d’assaggio e contemporaneamente il pubblico può partecipare all’evento con uno speciale ticket aperitivo che consente di assistere all’incontro, interagire con i protagonisti e assaggiare tutti i vini in degustazione accompagnandoli con stuzzichini dalle botteghe del Mercato.

Un modo per coniugare la divulgazione sul bere consapevole con il racconto di cantine ed etichette che rendono grande il settore vitivinicolo siciliano e rappresentano l’eccellenza del territorio regionale in tutto il mondo.

La giuria, presieduta da Maria Antonietta Pioppo, si avvale del supporto di una rappresentanza del Master “Manager delle Aziende del Settore Vitivinicolo” (MASV), dell’Università degli Studi di Palermo, già arrivato alla sua quattordicesima edizione, con circa 150 corsisti e riferimento per la formazione di figure specializzate nella gestione delle funzioni economico-aziendali delle aziende del settore.

articoli recenti