SCUOLA E UNIVERSITÀ

HomeMagazineScuola e Università

A Palermo abbiamo il "meglio": il Keynes Institute entra nella rete di scuole di Londra

Grande successo per la scuola di via Marchese Ugo che ha ricevuto la proposta formale di entrare a far parte della rete "The City of London Freemen’s School Global"

Balarm
La redazione
  • 27 maggio 2022

Condividi questo articolo via e-mail

* = campi obbligatori

Un'area verde all'interno del Keynes Institute Ancelle

Un anno costellato di successi e grandi soddisfazioni per il Keynes Institute di Palermo, la scuola con sede nella prestigiosa struttura immersa nel verde di via Marchese Ugo, che concepisce l'insegnamento delle lingue come occasione straordinaria per i giovani che sanno di appartenere alla Comunità Europea.

Figlio di una lunga esperienza nel campo dell'istruzione e della formazione linguistica in Sicilia, il Keynes Institute - grazie alle Ancelle - ha dato vita a un luogo in cui i nido, la scuola dell’infanzia, la scuola primaria e secondaria (con il liceo linguistico), consente agli alunni da 0 a 18 anni di vivere un'esperienza scolastica bilingue immersi in un enorme spazio verde.

Tutte caratteristiche che hanno permesso all'istituto palermitano di ottenere un prestigioso riconoscimento a livello internazionale, ricevendo la proposta formale di entrare a far parte della rete "The City of London Freemen’s School Global", in rappresentanza dell'Italia.



È la stessa scuola che annuncia l'importante traguardo spiegando in una nota di cosa si tratta. The City of London Freemen’s School è una delle 5 istituzioni educative più importanti del Regno Unito.

Per oltre 150 anni ha educato intere generazioni di classe dirigente britannica, con considerevoli risultati in termini di placement presso le migliori università (Università di Oxford, Università di Cambridge, Imperial College e tante altre).

«Durante quest’ultimo anno scolastico - si legge - siamo stati osservati da una importante organizzazione del Regno Unito che si occupa di monitorare le scuole che, nel mondo, applicano principi educativi improntati allo sviluppo della persona, sia da un punto di vista formativo (sviluppo delle competenze) che da quello personale (costruzione della propria autonomia e identità).

Tutto ciò seguendo un approccio basato sulla crescita personale dell’alunno e sullo sviluppo dei suoi talenti, in un contesto internazionale che rispetta la mobilità degli studenti.

La scelta di studiare presso scuole e università anglofone diventa sempre più frequente - continua la nota - e ciò rende necessaria la partecipazione a reti di scuole che possano garantire una scelta consapevole ed un supporto ai processi di internazionalizzazione degli studi».

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci...
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.
...e condividi questo articolo sui tuoi social:

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE