NOMINE

HomeMagazineCultura

Aria nuova alla Foss: il sovrintendente è il docente di musicologia Antonio Marcellino

Sembra essere conclusa la querella dell'Orchestra Sinfonica Siciliana che finalmente torna ad avere il suo sovrintendente, il professore Marcellino insegna a Roma

Balarm
La redazione
  • 25 giugno 2019

Stefano Santoro e il nuovo sovrintendente della Foss Antonio Marcellino

La Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana ha un nuovo sovrintendente: è Antonino Marcellino, 57 anni, docente di Musicologia all'università Tor Vergata di Roma. Lo ha nominato il cda della Foss, presieduto da Stefano Santoro. Al momento della votazione ha lasciato la seduta Marco Intravaia, che è anche segretario del presidente della Regione, Nello Musumeci. Intravaia aveva chiesto a Santoro di non deliberare la nomina del nuovo sovrintendente per arrivare a un commissariamento dell'ente.

Santoro ha invece messo in votazione la delibera. «Abbiamo fatto - ha detto il presidente della Foss - una scelta sostenuta dal curriculum del professor Marcellino. E lo abbiamo fatto nell'interesse dell'Orchestra sinfonica ma anche dei siciliani». La nomina del nuovo sovrintendente è arrivata dopo la revoca dell'incarico a Ester Bonafede che aveva suscitato dure polemiche politiche. Il cda della Foss aveva sostenuto una incompatibilità di Bonafede per conflitto di interesse: per il suo precedente incarico di sovrintendente, ha ancora un contenzioso aperto con la fondazione del quale si sta occupando anche la Corte dei Conti.

La capogruppo dell'Udc all'Ars, Eleonora Lo Curto, e il presidente dell'Ars, Gianfranco Miccichè, avevano protestato e invitato Santoro alle dimissioni. Prima della seduta conclusa con la nomina di Marcellino, il presidente della Regione aveva fatto sapere di avere avviato il procedimento per il commissariamento della Foss. Ma il cda è andato avanti lo stesso.

articoli recenti