BONUS

HomeMagazineTerritorioMobilità

Bonus bici e monopattini: c'è ancora tempo per i rimborsi, come fare per richiederli

Si tratta di un contributo che copre fino al 60% della spesa sostenuta per l'acquisto di un mezzo a propulsione elettrica o a pedalata assistita e per un massimo di 500 euro

Balarm
La redazione
  • 11 novembre 2020

C'è ancora tempo per il bonus per biciclette, monopattini elettrici e altri mezzi green.

Dopo il click day del 3 novembre 2020, che ha dato avvio alla procedura operativa sulla piattaforma online del Ministero dell'Ambiente rivolta ai cittadini per richiedere l'incentivo per l'acquisto di un mezzo green, c'è una nuova scadenza. Il sistema si è bloccato e molti utenti hanno lamentato disservizi.

Adesso e fino al 9 dicembre ci si può pre registrare per potere rientrare tra i beneficiari del bonus, che dovrebbe essere erogato fra gennaio e febbraio del 2021.

Per chi ancora non lo sapesse, si tratta di un contributo che copre fino al 60 per cento della spesa sostenuta per l'acquisto di un mezzo a propulsione elettrica o a pedalata assistita (per un massimo di 500 euro) e per l’utilizzo di servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

Come funziona
Da lunedì 19 ottobre parte la registrazione degli esercenti per il rilascio del buono mobilità. Gli esercenti possono quindi registrarsi sulla piattaforma web.



Parliamo di coloro che vendono biciclette nuove o usate, sia tradizionali che a pedalata assistita; handbike nuove o usate; veicoli nuovi o usati per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, come monopattini, hoverboard, segway; servizi di mobilità condivisa a uso individuale, esclusi quelli mediante autovetture.

La registrazione da parte dei negozianti è necessaria per partecipare al programma che eroga agevolazioni fino al 60% del valore del mezzo acquistato con un buono che comunque non può superare i 500 euro.

Come richiedere il bonus
Dal 3 novembre chi ha già comprato il mezzo può chiedere il rimborso presentando la fattura.

Chi, invece, non ha ancora fatto l’acquisto può chiedere la generazione del buono da utilizzare per ottenere lo sconto presso l’esercente prescelto tra coloro che si sono iscritti al sito www.buonomobilita.it.

In questo caso la procedura prevede sempre il passaggio obbligato sulla piattaforma del ministero tramite l’identità Spid: una volta completata l’iscrizione, viene assegnato un bonus da spendere entro 30 giorni, da presentare ai rivenditori segnalati sul sito che aderiscono all’iniziativa. Potete seguire questo breve tutorial per sapere come ottenere il tutto.

Quando fare la richiesta
È importante sapere che l'erogazione del bonus tiene conto della data di inserimento della richiesta. Non vale dunque la data di acquisto o quella che compare sullo scontrino o sulla fattura. Un acquisto fatto a maggio non ha la precedenza automatica su un acquisto fatto, ad esempio, a giugno.

Come funziona il rimborso?
È importante ricordare che è necessario avere le credenziali dell'identità digitale SPID.

Fino all'attivazione dell'apposita piattaforma è previsto il rimborso al beneficiario, quindi ricordate di conservare la fattura o lo scontrino al momento dell'acquisto, per allegarlo alla domanda. Successivamente sarà previsto lo sconto diretto del venditore grazie all'applicazione.

Chi può richiedere il bonus?
Per accedere agli incentivi basta essere maggiorenni e avere la residenza in un capoluogo di provincia (anche sotto i 50.000 abitanti) o in una città metropolitana. Si possono comprare biciclette nuove o usate, sia tradizionali che a pedalata assistita; handbike nuove o usate e veicoli a propulsione elettrica come i monopattini.

Gli acquisti possono essere fatti anche online e, con la partenza dell'applicazione ministeriale sarà stilato un elenco di commercianti aderenti.

Dal 3 novembre è attivo anche un team pronto a intervenire per risolvere eventuali blocchi del sistema: chi avesse problemi può chiamare il centralino del ministero al numero 06 57221 o all’Urp (06 57225722) che inoltra al team chiamate e quesiti.

Ulteriori informazioni dettagliate sono riportate sul sito del ministero dell'Ambiente.

ARTICOLI RECENTI