INIZIATIVE

HomeMagazineScuola e Università

Buone nuove da UniPa: apre uno sportello per aiutare i laureati a trovare lavoro

Apre un nuovo sportello di orientamento destinato ad agevolare l'inserimento dei giovani laureati nel mondo del lavoro, che si affiancherà agli Uffici Placement

Balarm
La redazione
  • 16 dicembre 2019

Sbarca a Palermo lo sportello “AlmaLaurea Servizi al Lavoro Sicilia”: un nuovo servizio destinato ad agevolare l’inserimento dei giovani laureati nel mondo del lavoro attraverso l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

Si tratta della nuova iniziativa frutto del protocollo di intesa sottoscritto dal Comitato di coordinamento della Rete degli Uffici Placement, il Consorzio inter-universitario Almalaurea e l'agenzia per il lavoro Almalaurea srl, che ha come obiettivo la “creazione di un ecosistema di servizi innovativi per favorire l’inserimento dei laureati nel mondo del lavoro”.

Il nuovo sportello di AlmaLaurea affiancherà infatti gli Atenei siciliani della Rete degli Uffici Placement nel favorire l’orientamento e l’alta formazione degli studenti e dei laureati, anche sul fronte dello sviluppo di nuovi servizi e per creare una rete di relazioni, collaborazioni e di supporto tra enti e istituzioni impegnati sul fronte delle politiche attive nei confronti degli studenti e dei laureati del contesto regionale siciliano.



«Con lo Sportello Almalaurea Servizi al Lavoro in Sicilia gli Atenei siciliani avranno una ulteriore possibilità per favorire la naturale transazione dei laureandi e dei laureati fra la formazione universitaria e il mondo del lavoro», sostiene Ornella Giambalvo, presidente della Rete degli Uffici Placement degli Atenei siciliani.

«Il quotidiano impegno degli uffici di Placement è declinato costantemente alle esigenze degli studenti con uno sguardo vigile e propositivo alle richieste del mondo produttivo e la sinergia con Almalaurea srl ci consentirà di rafforzare ancora di più il nostro impegno in modo da poter valorizzare a pieno i nostri giovani talenti e dare così un nuovo e necessario impulso allo sviluppo economico e sociale della regione Sicilia».

L’inaugurazione, che si è tenuta ieri giovedì 12 dicembre presso l'Università degli Studi di Palermo in Viale delle Scienze, si è svolta alla presenza del Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Fabrizio Micari, del Presidente della Rete degli Uffici Placement degli Atenei siciliani, Ornella Giambalvo, e del Presidente di AlmaLaurea srl, Francesca Pasquini, e dei delegati e componenti della Rete regionale degli Uffici Placement.

«Questo servizio che sia affianca agli Uffici Placement degli Atenei ha lo scopo di contribuire a sopperire al mancato collegamento tra formazione e mondo del lavoro», commenta Ivano Dionigi, presidente del consorzio inter-universitario AlmaLaurea.

«L’inaugurazione di questo sportello rappresenta oggi più che mai la volontà di valorizzare il capitale umano siciliano e un esempio di collaborazione sinergica tra istituzioni finalizzata unicamente ad agevolare e promuovere l’incontro tra neolaureati e laureati e mondo del lavoro», ha dichiarato invece Francesca Pasquini, Presidente di AlmaLaurea srl .

La nuova iniziativa rappresenta quindi un fondamentale servizio di filtro a supporto dei giovani laureati per orientarli e sostenerli nel loro ingresso nel mondo del lavoro, dopo la conclusione del ciclo universitario. In questo senso infatti il Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, prof. Fabrizio Micari, ha commentato il nuovo progetto.

«Creare un forte collegamento fra Università e mondo del lavoro è fondamentale per ogni Ateneo che sostiene i suoi studenti, i laureati e i laureandi che si trovano nel momento iniziale di un nuovo e decisivo percorso di vita. A maggiore ragione in un territorio come quello siciliano è quindi imprescindibile dialogare e fare rete per raggiungere risultati e iniziative come quella che prende il via oggi”. “E’ in questo modo che possiamo garantire ai nostri giovani possibilità di lavoro e di lavoro qualificato che soddisfino sia le esigenze delle imprese che le loro aspettative».
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI