IDEE E PROGETTI

HomeMagazineSocietàIdee e progetti

Caltagirone Patrimonio Unesco va tutelata: le "case a 1 euro" adesso si vendono anche qui

Un altro comune siciliano si aggiunge alla lista di paesi che mettono in vendita case a 1 euro in Sicilia. Non si tratta di un piccolo borgo ma di una città che è nota nel mondo per le sue bellezze

Balarm
La redazione
  • 19 agosto 2021

Caltagirone

Se ne parlava da tempo e alla fine è stato approvato. Di cosa? Del regolamento comunale per le "case a 1 euro" nel comune di Caltagirone.

Dunque un altro comune si aggiunge alla lunga lista di paesi che mettono in vendita case a 1 euro in Sicilia. In questo caso non si tratta però di un piccolo borgo, magari sperduto, bensì di una città che è nota nel mondo per le sue bellezze.

Bellezze che hanno fatto sì che nel 2002, il centro storico, ottenesse il riconoscimento come Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco.

Ma è proprio il centro storico della città che necessita di interventi conservativi e di restauro come di ristrutturazioni delle abitazioni in abbandono ed è per questo che il comune ha emanato il regolamento per l'acquisizione di immobili da vendere, per dare l'avvio al recupero ed alla valorizzazione del patrimonio immobiliare della cittadina.

Altro punto fondamentale, forse il più importante, è la sicurezza dei luoghi. Come spesso capita, molte delle case ricadenti nel centro storico della città sono state ricevute in eredità e - come ha spiegato Antonio Montemagno, assessore al patrimonio comunale in un'intervista al sito Idealista - , gli eredi vivono fuori da Caltagirone disinteressandosi per vari motivi della ristrutturazione.



E in caso di crolli la responsabilità civile e penale è dei proprietari. Per come sono strutturate le costruzioni inoltre, «il cedimento di una è un pericolo per tutto il centro», ha dichiarato.

Secondo il regolamento approvato, gli acquirenti che presenteranno domanda di acquisizione dovranno "stipulareun atto pubblico di acquisto dell’immobile entro il termine di mesi due dall’esecutività della determinazione di approvazione della graduatoria di assegnazione", "sostenere tutte le spese per la redazione dell’atto di cessione (notarili, registrazione, voltura, accatastamenti, ecc.)", "predisporre progetto di ristrutturazione e recupero dell’immobile, acquisendo tutti i pareri necessari, entro il termine di un anno dalla data di acquisto", "iniziare i lavori entro il termine di due mesi dalla data di rilascio della concessione edilizia". Ma non solo, sono diversi infatti i punti che è possibile leggere sul sito.

Non rimane e che prendere nota e perchè no, acquistare casa in uno dei posti più belli del mondo.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI