INIZIATIVE

HomeMagazineSocietàMobilità

Caro voli in Sicilia (non più): sconti sui biglietti per chi viaggia da e per Palermo e Catania

L'iniziativa prevede uno sconto sul biglietto aereo destinato a determinate categorie di cittadini residenti in Sicilia che devono spostarsi da una regione all'altra. Ecco quali sono

Balarm
La redazione
  • 4 marzo 2021

«Sconti del 30% per chi viaggia in aereo da e per la Sicilia. Finalmente è realtà».

Per la prima volta in Italia la proposta delle tariffe sociali diventa legge dello Stato. Ad annunciarlo, con un post su Facebook, è il sottosegretario ai Trasporti e Infrastrutture, Giancarlo Cancelleri, che spiega i dettagli di quella che fu una proposta avanzata dal Movimento 5 Stelle pochi anni fa.

L'iniziativa prevede uno sconto del 30% sul biglietto aereo destinato a determinate categorie di cittadini residenti in Sicilia che devono spostarsi da una regione all'altra dagli aeroporti di Catania e Palermo.

Le tariffe sociali infatti sono destinate solo ad alcuni e, in particolare, si tratta di studenti e i lavoratori fuori sede, i disabili gravi e gravissimi e tutti coloro che sono costretti a viaggiare per potersi curare.

«Appena arrivato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a settembre 2019 – spiega Cancelleri – mi sono messo da subito al lavoro per trovare una soluzione al problema del caro voli da e per la Sicilia. Ho avviato un iter che oggi, appena dopo la mia riconferma, ha concluso tutti i passaggi istituzionali».



«Quella delle tariffe sociali – sottolinea il sottosegretario – è infatti un problema che penalizza tantissimi siciliani e che nei periodi a ridosso delle festività, fa lievitare i prezzi dei biglietti aerei in maniera incontrollabile.

Quello che abbiamo ottenuto adeso, ovvero l’attivazione delle tariffe sociali è la palese dimostrazione che quando le cose si vogliono fare si fanno», aggiunge.

Gli sconti al 30% riguardano nello specifico gli scali di Palermo e Catania, mentre sugli scali di Comiso e Trapani è già operativa la continuità territoriale, cioè prezzi fissi per numerose rotte.

Adesso dunque mancano solo alcuni dettagli tecnici e a breve la piattaforma su cui i siciliani potranno iscriversi per accedere allo sconto sarà online.
Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci:
Iscriviti alla newsletter
Cliccando su "Iscriviti" confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

ARTICOLI RECENTI